La nona tempesta di sabbia in meno di due mesi chiude gran parte dell’Iraq | Iraq

L’Iraq ha chiuso gli edifici pubblici e temporaneamente chiuso gli aeroporti lunedì mentre la nona tempesta di sabbia è scesa da metà aprile.

Più di 1.000 persone sono state ricoverate in ospedale con problemi respiratori, ha affermato il ministero della Salute. Ha anche sospeso i voli nel vicino Kuwait per la seconda volta questo mese. La seconda pesante tempesta di sabbia in meno di una settimana ha colpito la capitale saudita, Riyadh.

La capitale irachena, Baghdad, era avvolta da una nuvola di polvere e le strade di solito erano intasate dal traffico, in gran parte deserte e inondate di luce arancione. A sud della capitale, vicino alla città sciita di Najaf, i pastori si sono trovati circondati dalla terra.

Il primo ministro iracheno, Mustafa al-Kadhimi, ha ordinato la sospensione di tutti i lavori nelle istituzioni statali ad eccezione dei servizi sanitari e di sicurezza, adducendo “cattive condizioni meteorologiche e l’arrivo di violente tempeste di sabbia”.

Il traffico aereo è stato sospeso negli aeroporti internazionali di Baghdad, Erbil e Najaf, prima della ripresa dei voli nella capitale ea Erbil.

Più tardi lunedì sera, l’aeroporto di Erbil è stato nuovamente chiuso “a causa della forte polvere”, secondo l’agenzia di stampa ufficiale.

L’Iraq è uno dei cinque paesi più vulnerabili al cambiamento climatico e alla desertificazione nel mondo.

Il Ministero dell’Ambiente ha avvertito che nei prossimi due decenni l’Iraq potrebbe resistere a una media di 272 giorni di tempeste di sabbia all’anno, che saliranno a oltre 300 entro il 2050.

Le due precedenti tempeste di sabbia in Iraq hanno causato il ricovero in ospedale di quasi 10.000 persone con problemi respiratori e la morte di una persona.

con AFP

READ  Gli Stati Uniti impongono sanzioni radicali sui diritti umani in Cina, Myanmar e Corea del Nord

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x