La produzione industriale irlandese sta sovraperformando significativamente il resto della zona euro

I dati di Eurostat hanno mostrato che la produzione industriale nella repubblica ha guidato la zona euro a novembre, con un aumento del 52,8%. La produzione nell’Eurozona è stata notevolmente superiore alle attese durante il mese, grazie a una forte ripresa della produzione di beni intermedi e di investimento.

L’ufficio statistico dell’Unione Europea Eurostat ha detto che la produzione industriale nei 19 paesi che condividono l’euro è aumentata del 2,5% a novembre rispetto a ottobre, un calo dello 0,6% su base annua.

Gli economisti intervistati da Reuters si aspettavano un modesto aumento mensile dello 0,2% e un calo annuo del 3,3%.

L’Irlanda è stata l’eccezione più ovvia, registrando un aumento del 52,8% della produzione industriale nel mese. La produzione è aumentata anche in Germania, ma è diminuita in Francia, Italia, Spagna e Paesi Bassi.

Beni strumentali

Il risultato migliore del previsto è stato principalmente attribuito a un aumento mensile del 7% nella produzione di beni capitali e a un aumento mensile dell’1,5% nei beni intermedi, che ha contribuito a compensare il calo della produzione di energia e dei beni di consumo durevoli e non durevoli.

Inoltre, anno su anno, la produzione di beni capitali è aumentata dello 0,1% a novembre, dopo essere diminuita dell’8% su base annua in ottobre. La produzione di beni intermedi è aumentata dell’1,1%, dopo essere diminuita dello 0,9% in ottobre.

I beni intermedi e d’investimento forniscono spesso indicazioni precoci sull’andamento degli investimenti. Reuters

READ  Continua l'assistenza medica italiana in India con più voli

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x