L'aggiornamento dell'iPhone rivela che Apple sta lanciando una nuova importante funzionalità

L'aggiornamento dell'iPhone rivela che Apple sta lanciando una nuova importante funzionalità

L'AirTag di Apple è una meraviglia del dispositivo. È un piccolo localizzatore che può nascondersi nel tuo bagaglio, in macchina, nella borsa o in qualsiasi altra cosa tu voglia trovare. Ma tieni presente la parola nascondi: se puoi farlo tu, qualcun altro può farlo. Nelle prossime settimane arriveranno nuove funzionalità su AirTag per aiutare ad affrontare queste preoccupazioni sugli stalker.

Aggiornamento del 6 aprile di seguito. Questo post è stato pubblicato per la prima volta il 4 aprile 2024.

La prima beta di iOS 17.5 è ora disponibile. Questo è il prossimo aggiornamento del software iPhone che dovrebbe essere rilasciato presto a breve (leggi tutti i dettagli su quando esattamente qui) e il codice ha rivelato molto di ciò che potrebbe accadere.

Altro da ForbesiPad 2024: Apple ha appena presentato un prodotto nuovo di zecca, a quanto pare

Ad esempio, secondo 9to5Mac, sono presenti riferimenti ad avvisi per il monitoraggio degli articoli di terze parti. Tutto ciò si adatta al lavoro svolto da Apple l’anno scorso quando, in collaborazione con Google, ha proposto specifiche standard del settore per garantire che i tracker Bluetooth non vengano utilizzati in modo improprio.

Ora, il software indica che Dov'è identificherà gli accessori di tracciamento anche se non sono AirTag. Se ne trova uno, avviserà l'utente iPhone dicendo: “Questo elemento non è supportato sulla rete Trova il mio di Apple. Puoi disabilitare questo elemento e impedirgli di condividere la sua posizione con il proprietario. Per fare ciò, segui le istruzioni fornite sul sito web dal produttore dell'articolo.

Attualmente il software dell'iPhone è in grado di rilevare i tracker Bluetooth, ma solo quelli approvati da Apple. Ciò cambierà e rappresenta un enorme passo avanti.

READ  Cambiamenti climatici: il piano “folle” per salvare il ghiaccio marino artico

Altro da ForbesData di rilascio di iOS 17.5: il principale aggiornamento di iPhone potrebbe debuttare da un momento all'altro

Forse non è un caso che Google abbia annunciato oggi che lancerà la sua rete Trova il mio dispositivo entro i prossimi tre giorni, ovvero entro domenica 7 aprile o lunedì 8 aprile. 9to5Google Proviene dalle email inviate da Google. Ha detto questo: “Con la nuova rete Trova il mio dispositivo, sarai in grado di localizzare i tuoi dispositivi anche se sono offline. Puoi anche trovare eventuali accessori Fast Pair compatibili quando sono disconnessi dal tuo dispositivo. Ciò include auricolari e cuffie compatibili”. e tracker che puoi attaccare al tuo portafoglio.” O alle tue chiavi o alla tua bici.

Secondo il rapporto, “A beneficio dei possessori di iPhone, Google ha ritardato l’implementazione della rete in modo che Apple possa implementare questa protezione in iOS, qualcosa che sembra finalmente essere accaduto in iOS 17.5”.

In altre parole, sembra che i prossimi giorni e settimane porteranno grandi cambiamenti nel mondo dei dispositivi di localizzazione.

Altro da ForbesAvviso Disney Plus: mancano solo poche settimane a un giro di vite sulla condivisione delle password

Aggiornato il 5 aprile. Un'ulteriore prova che negli ultimi giorni sono emersi sistemi per rilevare tracker inappropriati è un avvertimento emesso dagli agenti di polizia di Burlington, nel Vermont.

L'avvertimento è arrivato dopo che due residenti di Burlington hanno trovato gli AirTag nelle loro auto dopo essere tornati da un viaggio a Montreal. Si ritiene che i criminali possano installare AirTag sulle auto per rintracciarle e rubarle in seguito, nonostante un rapporto della società MacRumors Si solleva anche la possibilità che i dispositivi di tracciamento possano essere utilizzati “per etichettare le auto come parte di un tentativo di trasportare droga oltre confine”.

Il residente di Burlington ha detto di aver ricevuto un avviso che un dispositivo AirTag stava viaggiando con lui, è stato in grado di emettere un avviso utilizzando l'app Trova il mio e ha localizzato il localizzatore nella griglia anteriore.

Poiché si trattava di un AirTag, l'iPhone lo ha rilevato, ma il nuovo software iOS 17.5 dovrebbe essere in grado di fare lo stesso per un tracker non Apple e il nuovo sistema di Google dovrebbe essere in grado di dire a un utente Android se è presente un AirTag.

Con entrambi i sistemi operativi nelle prossime settimane e un software migliorato, significa che uno degli elementi più preoccupanti dei tracker Bluetooth può essere tenuto sotto controllo.


Aggiornato il 6 aprile. Stanno emergendo ulteriori dettagli sulla metà dell'equazione di Google, con ulteriori suggerimenti sul lancio della propria rete Trova il mio dispositivo. Sembra ormai che lunedì 8 aprile sia il giorno giusto. La rete di Google è in fase di sviluppo da molto tempo, con la società che ha annunciato lo scorso luglio che avrebbe smesso di implementarla fino a quando Apple non avesse implementato le protezioni per iOS, che iOS 17.5 sembra fornire.

Ora, come riporta Ars Technica, “Proprio come gli AirTag e la rete Tile prima di loro, l'obiettivo del progetto è quello di abilitare piccoli e utili tag di tracciamento Bluetooth che possano dirti dove si trovano le tue cose. Questi tag Bluetooth sono a bassissima potenza e sono destinati a durare un anno con una piccola batteria, il che significa che non hanno la potenza necessaria per il GPS. Tuttavia, possono comunque segnalare la loro posizione, perché sono stati in grado di “prendere in prestito” il chip GPS di qualsiasi smartphone compatibile in portata. Il tuo telefono cerca eventuali tag Bluetooth, anche quelli che non possiedi, quindi registra la loro posizione approssimativa e li carica sul cloud. Tutto questo viene fatto in modo anonimo e solo il proprietario del tag può vedere la sua posizione, ma tutti nella rete contribuiscono a creare una rete globale di tracciamento degli oggetti in crowdsourcing. Questa, tra l'altro, è una delle migliori descrizioni che ho trovato su come funziona Trova il mio.

Si dice anche che Google stia sviluppando i propri tracker, anche se questo non si è ancora concretizzato. Questo potrebbe essere il momento perfetto per Google per annunciarlo, soprattutto perché la conferenza I/O di Google si terrà il 14 maggio.

Anche senza il tag Google, sembra molto probabile che la fine dell'accordo di Google sia ormai operativa e, una volta che iOS 17.5 verrà rilasciato al pubblico, a maggio, un'esperienza più sicura attenderà gli utenti tracker e coloro che temono di essere tracciati involontariamente. .

Seguimi Twitter.

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x