L'azienda cinese Dongfeng pensa di produrre 100.000 automobili all'anno in Italia

L'azienda cinese Dongfeng pensa di produrre 100.000 automobili all'anno in Italia

La società cinese Dongfeng Motor Group è in trattative iniziali con il governo italiano sulla produzione di automobili nel paese per contribuire a incrementare il proprio business internazionale.

Dongfeng, partner del produttore Fiat Stellantis NV, sta prendendo in considerazione uno stabilimento in Italia con la capacità di produrre più di 100.000 veicoli all'anno, ha detto martedì Qian Shih, che dirige le operazioni in Europa. L’Italia sta cercando di attrarre un’altra casa automobilistica nel Paese dopo essersi scontrata con i piani di Stellantis di tagliare posti di lavoro e trasferirli in località meno costose.

“L'Italia è uno dei più grandi mercati automobilistici in Europa e per una casa automobilistica cinese avere una produzione locale significa poter rifornire tutti gli altri paesi della regione”, ha detto Shih in un'intervista a Milano.

Ha aggiunto che i colloqui con Roma proseguono e che il governo presenterà a Dongfeng alcune opzioni per i siti produttivi nelle prossime settimane. Il piano probabilmente causerà disordini più profondi tra il governo e Stellantis. L’amministratore delegato Carlos Tavares ha avvertito all’inizio di questo mese che dovrà prendere “decisioni impopolari” se un produttore cinese di auto elettriche decidesse di aprire un negozio in Italia.

Dongfeng Motor, che oltre a produrre automobili Peugeot e Citroen con il marchio Stellantis in Cina, ha partnership con Honda e Nissan, è sotto pressione in patria a causa del calo della domanda di auto a benzina. Dopo aver raggiunto il picco di 2,83 milioni di consegne nel 2017, le vendite di Dongfeng sono scese a 1,72 milioni l'anno scorso, con un calo del 38%.

READ  Schulz dalla Germania e Meloni dall'Italia sono partner inaspettati al vertice

“In Italia è possibile trarre vantaggio da tutta la forte eredità che il Paese ha nel settore automobilistico”, ha affermato Shih. Ha aggiunto che nonostante Dongfeng creda “fortemente” in un futuro elettrico, da ora in Italia la casa automobilistica dovrà concentrarsi sulle auto ibride.

L’Italia è in ritardo rispetto ai suoi omologhi europei nell’adozione di veicoli elettrici. Secondo la società di consulenza AlixPartners, l’anno scorso le auto a batteria hanno rappresentato circa il 4% delle vendite, ben al di sotto della media europea di circa il 15%.

___

Con il contributo di Linda Liu e Alberto Brambilla.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x