Le foto prima e dopo mostrano la gravità delle inondazioni in Pakistan

Un primo piano mostra case e campi prima e dopo le inondazioni a Rajanpur, in Pakistan, rispettivamente il 24 marzo e il 28 agosto. (Maxar Technologies/Reuters)

La stagione dei monsoni senza precedenti ha colpito tutte e quattro le province del Pakistan, provocando inondazioni in tutto il paese che hanno colpito 33 milioni di pakistani, danneggiando quasi un milione di case e uccidendo almeno 1.061 persone.

Le immagini scattate e pubblicate domenica da Maxar Technologies mostrano alti livelli di inondazioni lungo il fiume Indo e le città di Rajanpur e Rojhan nella provincia del Punjab.

Panoramica del fiume Indo prima e dopo le inondazioni a Rajanpur, in Pakistan, rispettivamente il 24 marzo e il 28 agosto. (Maxar Technologies/Reuters)

Il primo ministro Shabaz Sharif ha dichiarato lunedì che il governo fornirà alloggi a tutti coloro che hanno perso la casa.

Tuttavia, molte persone sfollate a causa delle inondazioni affermano di aver perso non solo la casa, ma anche i raccolti e le piccole imprese.

Le persone bloccate camminano intorno a un’area allagata dopo le forti piogge monsoniche nel distretto di Rajanpur, nella provincia del Punjab, il 25 agosto. (Shahid Said Mirza/AFP/Getty Images)

Richiesta urgente di aiuto

Le inondazioni hanno distrutto più di 150 ponti e spazzato via molte strade, rendendo difficili le operazioni di soccorso.

Le autorità affermano di aver utilizzato aerei militari, elicotteri, camion e barche per evacuare le persone bloccate e fornire gli aiuti tanto necessari.

Una panoramica che mostra campi e case lungo il fiume Indo prima e dopo le inondazioni a Rogan, in Pakistan, rispettivamente il 24 marzo e il 28 agosto. (Maxar Technologies/Reuters)

Tuttavia, molti sopravvissuti si lamentano di essere ancora in attesa di aiuto o di aver ricevuto scarsi aiuti dal governo dopo essere stati sfollati a causa delle inondazioni. Alcune persone dicono di avere tende ma niente cibo.

Anche gli enti di beneficenza pakistani sono stati attivi nelle aree colpite dalle inondazioni e il governo afferma che tutti dovrebbero contribuire ad aiutare le vittime delle inondazioni.

Il personale dell’esercito pakistano distribuisce pacchi di cibo alle persone colpite dall’alluvione dopo le forti piogge monsoniche nel distretto di Rajanpur, nella provincia del Punjab, il 27 agosto. (Shahid Said Mirza/AFP/Getty Images)

Cominciano ad arrivare gli aiuti internazionali

Gli aiuti internazionali sono arrivati ​​lunedì in Pakistan, mentre l’esercito e i volontari hanno cercato disperatamente di evacuare migliaia di persone bloccate dalle diffuse inondazioni causate dai monsoni.

Una panoramica che mostra un villaggio e campi prima e dopo le inondazioni a Rajanpur, in Pakistan, rispettivamente il 24 marzo e il 28 agosto. (Maxar Technologies/Reuters)

Gli aerei cargo provenienti dalla Turchia e dagli Emirati Arabi Uniti hanno iniziato la corsa internazionale per aiutare il Paese impoverito, atterrando domenica a Islamabad carichi di tende, cibo e altre necessità quotidiane.

Anche camion che trasportavano tende, cibo e acqua sistemati dal Pakistan sono stati spediti in varie parti del paese dall’Autorità nazionale per la gestione dei disastri per decine di migliaia di vittime delle inondazioni.

Il 27 agosto il personale dell’esercito pakistano distribuisce cibo alle persone colpite dalle inondazioni vicino a un campo improvvisato dopo le forti piogge monsoniche nel distretto di Rajanpur, nella provincia del Punjab. (Shahid Said Meriza/AFP/Getty Images)

Alluvioni colpite durante la crisi economica

Il Pakistan sta affrontando una delle sue peggiori crisi economiche. Il governo afferma di aver recentemente evitato per un soffio un default.

Lunedì, il Comitato Esecutivo del Fondo Monetario Internazionale ha approvato il rilascio di 1,17 miliardi di dollari (1,29 miliardi di dollari canadesi) per il Pakistan, ha detto il ministro dell’Informazione Maryam Orangiz all’Associated Press.

Il Pakistan e l’FMI hanno originariamente firmato l’accordo di salvataggio nel 2019. Ma il rilascio dei fondi è sospeso dall’inizio di quest’anno, quando l’FMI ha espresso preoccupazione per il rispetto da parte del Pakistan dei termini dell’accordo sotto il governo dell’ex primo ministro Imran Khan .

Martedì a Islamabad le Nazioni Unite lanceranno un appello internazionale per le vittime delle inondazioni pakistane.

La scorsa settimana, le Nazioni Unite hanno dichiarato in una dichiarazione di aver stanziato 3 milioni di dollari alle agenzie di soccorso delle Nazioni Unite e ai loro partner in Pakistan per rispondere alle inondazioni e che i fondi sarebbero stati utilizzati per la salute, la nutrizione, la sicurezza alimentare e i servizi idrici e sanitari. . Aree colpite, concentrandosi sui più vulnerabili.

Guarda | Una richiesta di aiuto in mezzo alle violente inondazioni in Pakistan:

Il direttore degli aiuti afferma che il Pakistan inonda il “disastro nazionale”

Il World Food Program chiede ai donatori di 160 milioni di dollari per fornire immediatamente riparo, cibo e medicine alle molte persone in Pakistan che hanno perso tutto a causa delle violente inondazioni, afferma il direttore del programma in Pakistan, Chris Kay.

READ  Fare sesso e drogarsi con ragazze minorenni: l'arresto del magnate della moda Peter Nygaard

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x