― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldLe marine statunitensi e canadesi navigano attraverso lo Stretto di Taiwan

Le marine statunitensi e canadesi navigano attraverso lo Stretto di Taiwan

L’esercito cinese ha rimproverato Stati Uniti e Canada per “aver deliberatamente aumentato i rischi” dopo che le marine dei due paesi hanno effettuato una rara navigazione congiunta attraverso il sensibile Stretto di Taiwan.

La 7a flotta della Marina degli Stati Uniti ha dichiarato che sabato il cacciatorpediniere missilistico USS Chung Hun e il canadese HMCS Montreal hanno condotto un “transito di routine” dello stretto “attraverso acque in cui la libertà di navigazione in alto mare e i sorvoli si applicano in conformità con il diritto internazionale. “

“Il transito bilaterale di Chong Hun e Montreal attraverso lo Stretto di Taiwan dimostra l’impegno degli Stati Uniti e dei nostri alleati e partner per un Indo-Pacifico libero e aperto”, si legge in una nota.

Il comando del teatro orientale dell’EPL ha affermato che le sue forze hanno monitorato le navi intorno e “gestito” la situazione in conformità con la legge e i regolamenti.

“I paesi interessati creano deliberatamente incidenti nella regione dello Stretto di Taiwan, provocano deliberatamente rischi, minano maliziosamente la pace e la stabilità regionali e inviano un falso segnale alle forze di ‘indipendenza di Taiwan'”, ha affermato sabato scorso.

Il ministero della Difesa di Taiwan ha affermato che le navi hanno navigato in direzione nord attraverso lo stretto e che non ha notato nulla di insolito.

Mentre le navi da guerra statunitensi transitano nello stretto una volta al mese, è insolito che le navi di altri alleati degli Stati Uniti lo facciano.

La missione ha avuto luogo mentre i segretari alla difesa di Stati Uniti e Cina stavano partecipando a un importante vertice sulla sicurezza regionale a Singapore.

READ  Un incendio distrugge il cantiere navale colpito dai missili ucraini nella penisola di Crimea, annessa alla Russia Notizie sul conflitto

A quell’evento, il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha rimproverato la Cina per il suo rifiuto di impegnarsi in colloqui militari, lasciando le grandi potenze in una situazione di stallo su Taiwan e le dispute territoriali nel Mar Cinese Meridionale.

Non c’è stata una risposta immediata alle partenze da parte dell’esercito cinese, che le condanna sistematicamente come un tentativo americano di fomentare le tensioni.

L’ultima missione statunitense-canadese divulgata pubblicamente nello stretto è avvenuta a settembre.

La Cina sta intensificando la sua pressione militare e politica nel tentativo di costringere Taiwan ad accettare le rivendicazioni di sovranità di Pechino, che il governo di Taipei respinge con veemenza.


(Segnalazione di Ben Blanchard; Montaggio di William Mallard e Nick Zieminski)