Le proteste in Kazakistan hanno lasciato 164 morti la scorsa settimana

Le autorità kazake hanno annunciato domenica l’uccisione di 164 persone, tra cui una bambina di 4 anni, in una settimana di proteste che rappresentano i peggiori disordini da quando l’ex repubblica sovietica ha ottenuto l’indipendenza 30 anni fa.

L’ufficio del presidente Kassym-Jomart Tokayev ha affermato che l’ordine è stato ristabilito nel Paese dell’Asia centrale e che il governo ha ripreso il controllo di tutti gli edifici sequestrati dai manifestanti. Alcuni edifici sono stati dati alle fiamme.

Secondo la stazione televisiva russa Mir-24, domenica si sono sentite sparatorie intermittenti ad Almaty, la più grande città del Kazakistan, ma non è chiaro se si trattasse di colpi di avvertimento delle forze dell’ordine. Venerdì, Tokayev ha dichiarato di aver autorizzato l’emissione di un ordine di sparare per uccidere alla polizia e all’esercito per ristabilire l’ordine.

Le manifestazioni, iniziate nella parte occidentale del Kazakistan, sono iniziate il 2 gennaio a causa di un forte aumento dei prezzi del carburante e si sono diffuse in tutto il paese, riflettendo apparentemente un più ampio malcontento nei confronti del governo autoritario. Hanno spinto una coalizione militare guidata dalla Russia a inviare truppe nel paese.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha descritto l’ordine di Tokayev come “qualcosa che rifiuto con veemenza”.

“L’ordine di sparare per uccidere, per quanto c’è, è sbagliato e dovrebbe essere abrogato”, ha detto domenica a “This Week” della ABC.

“Il Kazakistan ha la capacità di mantenere la legge e l’ordine, difendere le istituzioni statali, ma lo fa in un modo che rispetti i diritti dei manifestanti pacifici e affronti anche le preoccupazioni che hanno sollevato: preoccupazioni economiche, alcune preoccupazioni politiche”.

READ  Gabi Pettito - Aggiornamento: Brian Laundry è stato fotografato durante un selfie nel campo con i suoi genitori dopo la sua morte

Lo stesso partito ha governato il Kazakistan sin dalla sua indipendenza dall’Unione Sovietica nel 1991. Chiunque aspiri ad opporsi al governo sarà represso, emarginato o cooptato in mezzo a diffuse difficoltà economiche nonostante le vaste riserve di petrolio, gas naturale, uranio e minerali.

L’ufficio di Tokayev ha detto che circa 5.800 persone sono state arrestate durante i disordini.

Il bilancio delle vittime di 164, che è stato riportato dal canale di notizie statale Khabar 24, citando il Ministero della Salute, è stato un aumento significativo rispetto al totale precedentemente annunciato. Non era chiaro se questo numero si riferisse solo ai civili o se fossero inclusi i decessi delle forze dell’ordine. Le autorità kazake hanno dichiarato domenica scorsa che 16 membri della polizia o della guardia nazionale sono stati uccisi.

Il ministero ha affermato che 103 dei decessi sono avvenuti ad Almaty e l’Ombudsman per i diritti dei bambini del Kazakistan ha affermato che tre dei morti erano minorenni, tra cui una bambina di 4 anni.

Il ministero in precedenza aveva dichiarato che più di 2.200 persone avevano chiesto cure per le ferite e il ministero dell’Interno ha affermato che circa 1.300 agenti di sicurezza erano stati feriti.

L’aeroporto di Almaty, sequestrato dai manifestanti la scorsa settimana, è rimasto chiuso ma dovrebbe riprendere i lavori lunedì.

Tokayev ha affermato che le manifestazioni sono state istigate da “terroristi” con il sostegno straniero, sebbene le proteste non abbiano mostrato alcun leader o organizzazione chiara. Una dichiarazione rilasciata dal suo ufficio domenica ha affermato che gli arresti includevano “un gran numero di cittadini stranieri”, ma non ha fornito dettagli.

READ  Il comitato della Camera degli Stati Uniti ottiene 700 pagine di documenti Trump dopo la sentenza del tribunale

Non è chiaro quanti siano rimasti in detenzione.

Domenica, il ministero degli Esteri del vicino Kirghizistan ha chiesto il rilascio del famoso musicista kirghiso Vikram Rozakhonov, che è apparso in un video clip sulla televisione kazaka dicendo che si era recato nel paese per partecipare alle proteste e ha promesso $ 200. Nel video, che sembra essere stato preso in custodia dalla polizia, il volto di Rozakhonov era pieno di lividi e aveva una grande ferita sulla fronte.

L’ex capo del servizio di controspionaggio e antiterrorismo del Kazakistan è stato arrestato con l’accusa di aver tentato di rovesciare il governo. L’arresto di Karim Masimov, annunciato sabato, è avvenuto pochi giorni dopo la rimozione di Tokayev dalla carica di capo del Comitato per la sicurezza nazionale.

Non sono stati forniti dettagli su ciò che presumibilmente avrebbe fatto Massimov che avrebbe costituito un tentativo di rovesciare il governo. Il Comitato per la sicurezza nazionale, successore del KGB di epoca sovietica, è responsabile del controspionaggio, del servizio di pattuglia di frontiera e delle attività antiterrorismo.

Con l’escalation dei disordini, il gabinetto del Kazakistan si è dimesso ma è rimasto temporaneamente in carica. Il portavoce di Tokayev, Brysk Awali, ha detto che il presidente proporrà un nuovo governo martedì.

Su richiesta di Tokayev, l’Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva, una coalizione militare guidata dalla Russia di sei stati ex-sovietici, ha permesso a circa 2.500 soldati per lo più russi di essere inviati in Kazakistan come forze di pace.

Secondo una dichiarazione rilasciata dal Ministero degli Affari Esteri, alcune forze stanno proteggendo le strutture governative nella capitale, Nur-Sultan, che “hanno permesso di smobilitare parte delle forze delle forze dell’ordine kazake e ridispiegarle ad Almaty per partecipare alla operazione antiterrorismo». L’ufficio di Tokayev.

READ  Wall Street espelle tre società di telecomunicazioni cinesi per i loro legami militari

Nel segno che le manifestazioni erano più radicate rispetto ai soli alti prezzi del carburante, molti manifestanti hanno gridato “Vecchio”, riferendosi a Nursultan Nazarbayev, che è stato presidente dall’indipendenza del Kazakistan fino alle sue dimissioni nel 2019 e ha nominato Tokayev come suo successore. .

Nazarbayev mantenne un potere significativo come capo del Consiglio di sicurezza nazionale. Ma Tokayev lo sostituì come capo del consiglio in mezzo al tumulto. Forse una concessione destinata a placare i manifestanti. Tuttavia, il consigliere di Nazarbayev, Aido Okebay, ha dichiarato domenica che ciò è stato fatto su iniziativa di Nazarbayev, secondo l’agenzia di stampa KazTag.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x