L’esperienza delle applicazioni per smartphone a Singapore offre piccoli assegni | Reuters | Attività commerciale

Scritto da Joseph Campbell

SINGAPORE (Reuters) – Ogni mattina, prima di lavorare in un cantiere edile a Singapore, il 41enne Jonaskar Udayakumar controlla i suoi segni vitali senza andare in una clinica e nemmeno vedere un’infermiera.

Tutto ciò di cui ha bisogno è il suo smartphone, che in soli 45 secondi può dirgli la sua frequenza cardiaca, i livelli di ossigeno e persino i suoi livelli di stress.

Può anche dirgli se dovrebbe vedere un medico.

L’app, sviluppata dalla startup singaporiana Nervotec, è ciò che la società di costruzioni Kajima considera la sua prima linea di difesa contro l’ennesimo focolaio di coronavirus a Singapore.

La città-stato ha mantenuto una stretta copertura dagli infortuni e vuole evitare che si ripetano lo scorso anno, quando una serie di raduni è emersa nei dormitori dei lavoratori migranti.

I dipendenti Kajima in varie località hanno utilizzato l’app da dicembre come parte di un programma lanciato dal governo che fornisce alle aziende una tecnologia in fase di prova per aiutarle ad adattarsi agli standard della nuova era pandemica.

Fornisce una diagnosi dello stato di salute dell’utente, basandosi solo sulla fotocamera dello smartphone in grado di misurare la frequenza cardiaca catturando i cambiamenti nel riflesso della luce sulla pelle dell’utente tra i battiti cardiaci in base al flusso sanguigno sottostante.

Il fondatore di Nirvotec Jonathan Lau ha detto che il governo di Singapore è molto interessato a questa tecnologia.

“Vediamo che la maggior parte dell’attrazione proviene dagli operatori sanitari, dal settore pubblico o privato”, ha detto.

L’ispirazione iniziale di Lau è venuta dalla sua esperienza come pilota nell’Air Force, quando è stato sottoposto a costanti controlli.

READ  Le perdite della rimasterizzazione Xbox di GoldenEye 007 sono state completamente cancellate tramite un video di due ore

Alla fine ha trovato un’azienda che utilizza dispositivi indossabili per monitorare i piloti. Ma quando è scoppiata la pandemia, Lao ha ampliato l’attenzione.

L’app è ancora in fase di revisione interna e Choi Tech Lim, direttore dell’Istituto di innovazione e tecnologia sanitaria presso l’Università nazionale di Singapore, ha affermato che potrebbe avere un impatto significativo se approvato dalle autorità di regolamentazione.

“Ciò che propone Nirvotec potrebbe essere un punto di svolta”, ha detto Lim.

(Montaggio di Martin Beatty e Alexandra Hudson)

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x