L’intera unità di controllo della folla del dipartimento di polizia di Portland si è dimessa dopo che un ufficiale è stato incriminato

Contenuto dell’articolo

Tutti i membri della squadra di controllo della folla del dipartimento di polizia di Portland si sono dimessi dalle loro posizioni nell’unità dopo che un ufficiale è stato incriminato per aggressione per il presunto uso illegale della forza durante la protesta dello scorso anno.

“Il 16 giugno 2021, il personale dell’ufficio di polizia di Portland in qualità di membri del Rapid Response Team (RRT) ha lasciato le proprie posizioni di volontariato e non ha più formato una squadra”, ha dichiarato giovedì la polizia di Portland in una nota, aggiungendo che il personale continuerà a servire. loro normali doveri.

Ci scusiamo, ma questo video non è stato caricato.

L’unità contava circa 50 dipendenti che prestavano servizio nei suoi membri, oltre ai loro doveri quotidiani con la polizia, secondo la dichiarazione, giovedì.

All’inizio di questa settimana, un gran giurì ha incriminato un ufficiale di polizia di Portland per aver aggredito quello che i pubblici ministeri ritengono essere un “uso illegale ed eccessivo della forza” durante la protesta della scorsa estate.

Contenuto dell’articolo

L’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Multnomah ha dichiarato che un agente dell’ufficio di polizia di Portland, Corey Bodworth, è stato incriminato martedì per un’aggressione di quarto grado, un reato minore, derivante dall’incidente dell’agosto 2020.

L’accusa ha segnato la prima volta che un agente di polizia di Portland ha affrontato un processo per aver colpito o sparato a qualcuno durante una protesta, secondo The Oregonian.

La Portland Police Association ha descritto la decisione come “motivata politicamente” e ha affermato che l’ufficiale “è caduto nel mirino dei leader della città guidati da un’agenda e da un sistema di giustizia penale politicizzato”.

L’anno scorso, Portland ha visto mesi di proteste antirazziste dopo la morte di George Floyd, un afroamericano morto dopo che un ufficiale di polizia gli si è inginocchiato al collo per più di otto minuti.

La città è diventata teatro di disordini per mesi, poiché i diritti, i manifestanti anarchici e antifascisti si sono scontrati con la polizia e talvolta con le milizie di destra e i sostenitori dell’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

La polizia di Portland ha dichiarato disordini durante molte di queste proteste e ha arrestato diverse persone durante quei mesi.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x