L’Italia apre un nuovo ufficio commerciale a Spur per rafforzare le relazioni commerciali con il Sud-Est asiatico

L’Italia apre un nuovo ufficio commerciale a Spur per rafforzare le relazioni commerciali con il Sud-Est asiatico

SINGAPORE – Il 9 maggio, l’Italia ha aperto l’ufficio di Singapore della sua agenzia di credito all’esportazione SAS con una mossa volta ad aiutare le sue aziende a cogliere le crescenti opportunità commerciali e di investimento in tutto il Sud-Est asiatico.

Il nuovo ufficio di Sace nel centro di Capital Square gestirà i nuovi progetti in corso nel Sud-Est asiatico per un valore di oltre 8 miliardi di dollari e fungerà da ponte tra i venditori di beni e tecnologie italiani e le aziende della regione che ne hanno bisogno.

Sace fornisce anche soluzioni assicurative e altre soluzioni finanziarie agli esportatori italiani, con un focus sulle piccole e medie imprese. È controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze italiano.

“Con la sua economia destinata a crescere verso settori orientati al futuro, Singapore sta emergendo come una destinazione ad alto potenziale per le aziende italiane che cercano opportunità in Indonesia, Malesia, Vietnam e Filippine”, ha affermato Michele Ron, Chief International Business Officer di Sace. , alla mostra. La cerimonia di apertura si è tenuta presso l’Ambasciata d’Italia a Singapore.

Ha affermato che i progetti in esame nella pipeline da 8 miliardi di dollari sono distribuiti in vari settori tra cui tecnologie verdi, infrastrutture sostenibili, alimenti e bevande, agroalimentare e prodotti chimici.

“Attendiamo con vivo interesse gli sviluppi economici e i piani di trasformazione sostenibile a Singapore e nella regione del Sud-est asiatico”, ha affermato.

L’Italia, che ha un’economia da 2 trilioni di dollari (2,7 trilioni di dollari di Singapore) ed è membro dell’Unione Europea, è nota per le sue prelibatezze come pizza e pasta, famosi marchi di moda come Gucci e Prada e le auto sportive Ferrari e Lamborghini. Ma l’Italia è anche sede di società multinazionali come l’azienda energetica Enel, il colosso del petrolio e del gas Eni e UniCredit Bank, tutte presenti a Singapore.

READ  Spagna, Francia, Italia, Regno Unito, Austria e Turchia rimuoveranno la politica fiscale di Google e trasferiranno le tasse al nuovo progetto guidato dagli Stati Uniti e dall'OCSE

Anche la società italo-francese di semiconduttori STMicroelectronics ha una vasta presenza a Singapore. L’Italia ha anche aziende attive nei settori aerospaziale e della difesa come Leonardo, che è una delle tre aziende che producono l’aereo da caccia europeo Tornado.

Tuttavia, il commercio bilaterale e gli investimenti dell’Italia a Singapore e in altri paesi del Sud-Est asiatico sono inferiori a quelli di altri paesi del G7 come Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania.

Il totale degli scambi bilaterali tra l’ASEAN e l’Italia a giugno 2023 ha raggiunto i 28,32 miliardi di dollari nel 2022, rispetto ai 57 miliardi di dollari con il Regno Unito. Per Singapore, l’Italia è il sesto partner commerciale dell’UE nel settore delle merci.

Tuttavia, con l’Accordo di libero scambio UE-Singapore (ALS) e l’Accordo sulla protezione degli investimenti UE-Singapore in fase di ratifica, è probabile che il commercio bilaterale con Singapore migliori rapidamente, ha dichiarato l’Ambasciatore italiano a Singapore Dante Brandi allo Straits Times in un’intervista a I tempi dello Stretto. Intervista nella nuova sede di Sace qui.

“Possiamo fare di più per quanto riguarda il commercio bilaterale”, ha aggiunto. “Ecco perché l’Italia è diventata uno dei promotori più attivi dell’ALS UE-Singapore.”

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x