Liz Cheney ha descritto il comportamento elettorale di Trump come più spaventoso di quanto si pensi

La rappresentante repubblicana degli Stati Uniti Liz Cheney ha dichiarato mercoledì che gli sforzi di Donald Trump per annullare le elezioni del 2020 sono stati “più spaventosi e più minacciosi” di quanto inizialmente immaginato, mentre invitava i repubblicani a scegliere tra la lealtà a Trump e alla Costituzione.

Cheney, una presenza di spicco nella commissione del Congresso del 6 gennaio 2021 che indaga sulle rivolte del Campidoglio degli Stati Uniti da parte dei sostenitori di Trump, ha messo in guardia contro una scivolata in aspri attacchi partigiani che potrebbero fare a pezzi il tessuto politico del paese e ha esortato il suo pubblico a superare la politica.

“Miei concittadini americani, siamo sull’orlo di un precipizio e dobbiamo fare un passo indietro”, ha detto la figlia di 55 anni dell’ex vicepresidente Dick Cheney in un discorso alla Biblioteca presidenziale Ronald Reagan a Simi Valley, in California .

“Con il quadro completo emerso prima della commissione del 6 gennaio, è diventato chiaro che gli sforzi che Donald Trump ha supervisionato e in cui si è impegnato erano più spaventosi e più minacciosi di quanto avremmo potuto immaginare”, ha detto Cheney.

“Dobbiamo fare una scelta, perché i repubblicani non possono essere fedeli a Donald Trump e fedeli alla Costituzione”, ha detto. “Non dobbiamo eleggere persone più fedeli a se stesse, o all’autorità, di quanto non lo siano alla nostra Costituzione”.

Opponendosi a Trump, Cheney è diventato un emarginato nel Partito Repubblicano che accoglie facilmente facinorosi conservatori come Marjorie Taylor Green e Lauren Poppert, entrambe leali alleate di Trump.

Dopo essere stato estromesso dalla leadership del partito alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, incolpato dal Comitato nazionale repubblicano e non riconosciuto dallo stato partito, Cheney affronta una situazione di stallo contro Trump nelle primarie repubblicane del 16 agosto nel Wyoming.

READ  Il Gruppo dei Sette continuerà la pressione economica sulla Russia e affronterà la guerra del grano

Trump l’ha resa un obiettivo chiave nella sua campagna di vendetta contro i suoi presunti nemici repubblicani, e nei sondaggi è davanti alla sua rivale repubblicana Harriet Hagman.

In un discorso punteggiato da applausi e applausi, Cheney ha elogiato il coraggio dell’ex aiutante della Casa Bianca Cassidy Hutchinson, che martedì ha testimoniato in un’audizione pubblica che Trump sapeva che la folla di sostenitori che aveva convocato a Washington era armata di armi, inclusi fucili d’assalto. quando li esortò a marciare in Campidoglio e cercò senza successo di unirsi a loro.

Una folla ha preso d’assalto il Campidoglio nel tentativo di impedire al Congresso di certificare il presidente democratico Joe Biden su Trump.

“I suoi superiori – uomini e anziani da molti anni, un certo numero di loro – si nascondono dietro il privilegio esecutivo, l’anonimato e l’intimidazione. Ma il suo coraggio e il suo patriottismo ieri sono stati straordinari”, ha detto Cheney.

Hutchinson era uno dei principali aiutanti dell’allora capo di stato maggiore della Casa Bianca Mark Meadows. Ha testimoniato delle sue conversazioni con lui e l’ex consigliere della Casa Bianca Pat Cipollone, che ora è convocato dal comitato.

Le nostre newsletter Aggiornamenti mattutini e Aggiornamenti serali sono state scritte dai redattori di Globe, fornendoti un riassunto conciso dei titoli più importanti della giornata. Registrati oggi.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x