Liz Cheney ha detto che non sosterrebbe Trump se si candidasse nel 2024

Rappresentante del Wyoming, Liz Cheney, Camera dei rappresentanti repubblicana n. 3Mercoledì, ha detto che non sosterrebbe Donald Trump se decidesse di lanciare un’altra offerta alla Casa Bianca nel 2024.

“Non lo farò”, ha detto Cheney a Neil Cafuto di Fox News, quando le è stato chiesto se avrebbe sostenuto l’ex presidente se fosse corso di nuovo.

Cheney era uno dei 10 repubblicani alla Camera dei rappresentanti Vota per mettere sotto accusa Trump Sull’incitamento alla ribellione all’indomani dell’attacco del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti. In una dichiarazione prima di esprimere il suo voto, Cheney ha detto che Trump “ha convocato questa folla, mobilitato la folla e acceso la fiamma di questo attacco”.

“Non c’è mai stato un tradimento più grande da parte del presidente degli Stati Uniti del suo ufficio e il giuramento della Costituzione”, ha detto all’epoca.

House dopo 145-61 voti per mantenere Cheney È stata presidente della conferenza dopo aver difeso il suo sostegno alla responsabilità di fronte a una reazione dei lealisti di Trump.

Ma i suoi commenti di mercoledì hanno messo in mostra quello che potrebbe diventare un panorama politico complesso nel Partito Repubblicano come alcuni membri del partito Si mettono in potenziale offerta presidenziale del 2024 Mentre Trump ha tormentato ancora una volta la Casa Bianca, si eccita.

Durante la conferenza sull’azione politica conservatrice Discorso A febbraio, l’ex presidente ha dichiarato: “Con il vostro aiuto, riavremo la Camera dei Rappresentanti, vinceremo il Senato, e poi un presidente repubblicano vittorioso tornerà alla Casa Bianca”.

E Trump ha continuato: “Mi chiedo chi sarà. Mi chiedo chi sarà”. “Chi? Chi? Chi è? Mi chiedo.”

READ  Il G20 si impegna a fornire aiuti per evitare una crisi umanitaria in Afghanistan | Notizie sulla crisi umanitaria

Mercoledì, Cheney ha aderito alla sua decisione di votare per l’impeachment di Trump, affermando che le sue azioni sono state “la più grave violazione del giuramento da parte di qualsiasi presidente nella storia americana”.

“Per noi come partito, dobbiamo essere un partito di speranza e ambizione, e non possiamo abbracciare la ribellione. Non possiamo sottovalutare quello che è successo il 6 gennaio. Penso che tutti noi, indipendentemente dal partigiano, abbiamo un obbligo”. Fox News: “È un dovere nei confronti della costituzione e un dovere nei confronti del trasferimento pacifico del potere”.

La Repubblica del Wyoming ha fatto riferimento alla decisione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden Ritiro delle forze americane Dall’Afghanistan e Proposta di Green New Deal Come alcune delle aree in cui i repubblicani dovrebbero concentrare la loro opposizione in futuro.

“Queste sono tutte battaglie che dobbiamo combattere – battaglie che dobbiamo combattere e che sono onorato di essere in e che continuerò a combattere e so che alla fine vinceremo”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x