L’Organizzazione Mondiale della Sanità monitora altri due tipi di sottovariabili Omicron note come BA.4 e BA.5

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sta ora monitorando alcune dozzine di casi di due ulteriori sottotipi del ceppo Omicron altamente trasmissibile di SARS-CoV-2 per valutare se sono più infettivi o pericolosi.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato lunedì di aver aggiunto BA.4 e BA.5 alla sua lista di controllo. L’organizzazione sta già monitorando altri membri della famiglia Omicron, inclusi BA.1 e BA.2 – la sub-alternativa ora dominante a livello globale – nonché BA.1 e BA.3.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha affermato di aver iniziato a seguirli a causa di “ulteriori mutazioni che necessitano di ulteriori studi per comprendere il loro impatto sul potenziale di fuga immunitaria”.

I virus mutano continuamente, ma solo alcune mutazioni influenzano la loro capacità di diffondere o eludere l’immunità precedente da vaccinazione o infezione, o la gravità della malattia che causano.

Ad esempio, BA.2 ora rappresenta circa il 94% di tutti i casi sequenziati ed è più trasmissibile dei suoi fratelli, ma le prove fino ad oggi suggeriscono che è meno probabile che causi malattie gravi.

Solo poche decine di casi di BA.4 e BA.5 sono stati segnalati nel database globale GISAID, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

BA.4 casi trovati in diversi paesi

La scorsa settimana l’Health Security Agency del Regno Unito ha dichiarato che il BA.4 è stato trovato in Sud Africa, Danimarca, Botswana, Scozia e Inghilterra tra il 10 gennaio e il 30 marzo.

Tutti erano casi di BA.5 in Sud Africa la scorsa settimana, ma il Ministero della Salute del Botswana ha dichiarato lunedì di aver identificato quattro casi di BA.4 e BA.5, tutti tra persone di età compresa tra 30 e 50 anni che erano state completamente vaccinate. avere sintomi lievi. sintomi.

READ  Stephen Kalk: È in corso il processo al banchiere che ha prestato 16 milioni di dollari a Paul Manafort; Giovedì testimonierà Anthony Scaramucci

Nonostante l’aumento della percentuale del genoma, BA.4 e BA.5 non hanno ancora causato l’alto numero di infezioni in Sud Africa, ha affermato Tulio de Oliveira, direttore dell’Epidemiological Response Center, e l’ulteriore evoluzione della variante Omicron è previsto. E l’innovazione in Sud Africa in a Lunedì serie di post Condiviso su Twitter.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x