Martin vince lo sprint mentre Bagnaia supera Pedrosa

Martin vince lo sprint mentre Bagnaia supera Pedrosa

Il pilota Pramac ha guidato fin dall’inizio e, nonostante il pilota della VR46 Bezzecchi abbia provato a reagire dopo aver superato Francesco Bagnaia per il secondo posto, Martin ha mantenuto il suo secondo podio consecutivo.

Nonostante gli infortuni subiti dopo due incidenti separati al Gran Premio di Catalogna lo scorso fine settimana, Pizzicchi e il leader del campionato Bagnaia hanno completato il podio.

Non sarebbe stato affatto facile per il pilota ufficiale Ducati, che è stato superato da Pizzicchi nelle prime fasi prima di dover precedere Dani Pedrosa e Brad Bender, wildcard del team KTM, che hanno sferrato un forte attacco dal settimo posto.

Con Martin che ne ha avuto la possibilità, Pedrosa ha recuperato il suo posto in partenza superando il pilota dell’Aprilia Maverick Vinales per conquistare il quarto posto, mentre il terzino Bender ha perso tre posizioni per finire 10°.

Martin aveva già 0,5 secondi di vantaggio su Bagnaia al secondo giro, e il campione del mondo è poi andato largo per lasciare passare Pizzicchi, che ha un infortunio alla mano.

Nelle retrovie, Binder ha superato Marc Marquez della Honda, Aleix Espargaro (Aprilia) e Luca Marini della VR46 per conquistare il sesto posto.

Binder ha poi provato ad aggredire Vinales alla curva 6, ma è stato costretto a ritirarsi quando il pilota dell’Aprilia si è difeso con forza.

Bezzecchi ha ridotto il distacco da Martin da un secondo a 0,5 secondi al quarto giro, con altri 1,8 secondi da Bagnaia.

Binder ha superato Vinales al sesto giro continuando la sua missione, con il colpevole pilota Honda Joan Mir che ha ricevuto una penalità sul giro lungo per aver superato i limiti della pista prima di ricevere un secondo per non aver superato correttamente il primo.

READ  L'Italia vieta alle navi da crociera di entrare a Venezia dopo anni di proteste da locali e ambientalisti

Il divario tra Martin e Pizzicchi si è attestato a circa 0,7 secondi a metà percorso, mentre l’altro terzino Alex Marquez (Gresini) ha superato il fratello Marc portandosi al nono posto, ultima posizione che paga punti.

A cinque giri dalla fine, Pedrosa si stava avvicinando a Bagnaia, con il distacco ridotto a 0,4 secondi all’ottavo giro quando Pizzicchi si fermava ai box nella sua missione per raggiungere Martin.

Ne è seguita una feroce battaglia per il terzo posto, con Bender che ha catturato Pedrosa mentre il duo KTM ha lottato per catturare Bagnaia.

Nonostante abbia riportato gravi contusioni alla gamba destra dopo la caduta dello scorso fine settimana, Bagnaia è riuscito a tenere entrambi i piloti fuori dal podio.

Pedrosa ha tenuto Bender dietro di sé ottenendo il suo miglior risultato da Valencia 2017, con Viñales davanti a Marini al sesto posto. Espargaro ha concluso nono, davanti ai fratelli Marquez.

Franco Morbidelli inizialmente non è riuscito a scendere in griglia con la sua Yamaha e, nonostante fosse partito, è stato anche multato per un giro lungo per aver superato i limiti della pista, ma gli sono stati comminati tre secondi di penalità per non essersi piazzato.

Stessa sorte per Pol Espargaro, Mir e il pilota Honda Stefan Bradl, mentre il pilota Pramac Johann Zarco è sceso al 14° posto dopo aver superato i limiti della pista all’ultimo giro.

La vittoria di Martin riduce il vantaggio di Bagnaia in classifica da 50 a 45 punti a otto gare dalla fine di questo fine settimana.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x