Nel 2022 arrivano in Italia più di 2mila minori tunisini: un gruppo per i diritti umani

Più di 2.000 giovani tunisini quest’anno hanno compiuto la pericolosa traversata del Mediterraneo dal paese nordafricano all’Italia in cerca di una vita migliore, ha affermato mercoledì un’organizzazione per i diritti umani.

Il Forum tunisino per i diritti economici e sociali (FTDES) ha affermato che i minori sono tra un totale di 10.139 migranti tunisini arrivati ​​in Italia dall’inizio del 2022.

Più di 14.700 migranti, inclusi diversi paesi dell’Africa subsahariana, sono stati intercettati e rimpatriati nello stesso periodo, ha affermato FTDES.

La privazione derivante da una profonda crisi sociale ed economica “rende i rischi marittimi un fattore secondario per quei migranti che sognano una vita migliore per se stessi e per i propri figli”, ha affermato FTDES.

Ha anche denunciato le “politiche disumane dell’Unione europea, che limitano la libertà di movimento” dei migranti.

All’inizio di questo mese, un’insegnante tunisina disoccupata e suo figlio di quattro anni sono annegati al largo delle coste di Monastir, scatenando un’ondata di dolore nazionale.

Secondo il ministero dell’Interno, più di 650 potenziali migranti, tra cui centinaia di tunisini, sono stati intercettati in un solo fine settimana all’inizio di questo mese.

Circa quattro milioni di persone vivono al di sotto della soglia di povertà in Tunisia.

Le divisioni sono state esacerbate dalla presa di potere da parte del presidente Kais Saied, che l’anno scorso ha sospeso il parlamento diviso e da allora ha governato per decreto.

L’Italia è una delle mete preferite per i migranti che cercano di attraversare il Nord Africa verso l’Europa come uno dei paesi più vicini. I tentativi di attraversamento di solito aumentano durante l’estate, quando i mari sono più calmi.

READ  Slow Food Heroes: cucinare per chi ha bisogno

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x