Non ci sono casi secondari di morbillo in Alberta dopo l’allerta sanitaria pubblica

Non ci sono casi secondari di morbillo in Alberta dopo l’allerta sanitaria pubblica

Secondo l’Alberta Health Services, non sono stati segnalati casi secondari di morbillo in Alberta da quando è stato emesso l’allarme sanitario pubblico il 24 aprile.

Secondo l’Alberta Health Services, non sono stati segnalati casi secondari di morbillo in Alberta da quando è stato emesso l’allarme sanitario pubblico il 24 aprile.

Una persona affetta da morbillo è arrivata all'aeroporto internazionale di Edmonton il 16 aprile, e altre probabilmente sono state esposte in pubblico prima che il caso fosse confermato in laboratorio una settimana dopo.

Sebbene finora non siano state segnalate infezioni secondarie, Outdoor Health Services esorta gli abitanti dell’Alberta ad assicurarsi che le loro vaccinazioni siano aggiornate per prevenire un’epidemia.

“Incoraggiamo gli abitanti dell'Alberta che potrebbero non essere a conoscenza delle vaccinazioni raccomandate a prenotare un appuntamento e vaccinarsi”, ha detto un portavoce dell'AHS in una e-mail.

“In Alberta, il vaccino contro il morbillo è offerto gratuitamente attraverso il programma di immunizzazione finanziato con fondi pubblici. I bambini in Alberta in genere ricevono la prima dose di vaccino contro il morbillo a 12 mesi di età e la seconda dose a 18 mesi di età.”

Il morbillo è altamente contagioso e si diffonde facilmente attraverso l’aria. I sintomi di solito iniziano entro 10 giorni dall'esposizione e comprendono tosse, naso che cola o febbre nelle fasi iniziali e un'eruzione cutanea rossa che appare da tre a sette giorni dopo l'insorgenza della febbre. Dall’infezione possono derivare complicazioni gravi e da uno a tre casi su 1.000 provocano la morte.

Non esiste una cura per il morbillo, ma la malattia può essere prevenuta poiché le dosi di vaccino forniscono una protezione del 97%.

READ  Guarda il promo della NASA per Asteroid Mission Peak

Una volta debellata la malattia in Canada, cominciò a riapparire a livello globale. Nel 2023 in Canada sono stati segnalati solo 12 casi di morbillo. Già quest’anno sono stati confermati 69 casi a livello nazionale e i funzionari sanitari affermano che il rischio di un’epidemia è elevato.

La dottoressa Amita Singh, professoressa clinica presso il Dipartimento di malattie infettive dell’Università di Alberta, ha affermato che la ragione di questo aumento risiede nei bassi tassi di immunizzazione.

“Questo è il motivo principale, sfortunatamente”, ha detto Singh. “Abbiamo ottenuto grandi successi nel combattere le malattie attraverso l’immunizzazione, e ne abbiamo persi molti durante la pandemia, poiché le persone non sono state immunizzate”.

L'obiettivo di copertura di Health Canada per la vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia (MMR) è che il 95% dei bambini ricevano due dosi entro il loro settimo compleanno. Nel 2023, solo il 73% dei bambini di sette anni in Alberta sono completamente immunizzati, in calo rispetto all’81% del 2014. Il Territorio del Nord ha il tasso di immunizzazione più basso della provincia, con solo il 64% dei bambini immunizzati entrambi malattie. Dosaggi all'età di sette anni.

Anche i tassi di immunizzazione per altre malattie infantili prevenibili sono diminuiti in Alberta. Poco più del 70% dei bambini è stato completamente vaccinato contro la pertosse (pertosse). Nelle regioni settentrionali e meridionali vengono vaccinati meno bambini e negli ultimi anni le regioni sono state testimoni di persistenti epidemie di pertosse.

Tra novembre 2022 e febbraio 2024 si sono verificati 452 casi di pertosse nella zona meridionale e 365 in quella settentrionale, rispetto ai 39 casi nella zona di Edmonton.

READ  Le strisce di luce viste nel cielo della California potrebbero provenire da detriti spaziali in fiamme

Questi focolai di pertosse potrebbero essere un’anteprima di come e dove il morbillo potrebbe diffondersi se introdotto nelle comunità dell’Alberta, anche se Singh afferma che il rischio di trasmissione è più elevato.

“Il morbillo è molto più contagioso. La sua capacità di diffondersi è molto maggiore della pertosse e quindi, se le persone non sono immunizzate e vivono in spazi ristretti, ecc., sarà molto più facile diffondersi”.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x