Pirro precede Marini in apertura di allenamento

Pirro precede Marini in apertura di allenamento

Il pilota di Aruba.it, che prova regolarmente a Misano in qualità di costruttore, venerdì mattina ha corso il tempo di 1:31.909 secondi classificandosi in testa alla classifica.

Ha guidato Marini, che giovedì è stato confermato che rimarrà con la VR46 per il 2024, con Jorge Martin di Pramac al terzo posto.

Il leader del campionato Francesco Bagnaia, scampato a un grave incidente in un incidente durante il Gran Premio di Catalogna dello scorso fine settimana, sembrava angosciato mentre trascorreva un primo periodo sulla sua Ducati ufficiale.

Il campione del mondo è rimasto gravemente contuso dopo un enorme picco nella gara di domenica prima di essere colpito dalla KTM di Brad Bender.

Dopo un giro iniziale di sei giri, si è preso una pausa prima di rientrare e concludere la sessione al 20° posto con un tempo di 1:32.599 secondi.

Fabio Di Giannantonio ha stabilito un record sul giro iniziale sulla sua Gresini Ducati, conducendo con un tempo di 1 minuto e 35,889 secondi, prima che Martin andasse 0,3 secondi più veloce.

Il Perù ha stabilito un primo tempo inferiore a 1 minuto e 35 secondi poco dopo, con un tempo di 1 minuto e 34,507 secondi, prima che un acciaccato Marco Pizzicchi, coinvolto in un incidente alla curva 1 lo scorso fine settimana a Barcellona, ​​fosse il più veloce con un tempo di 1 minuto 33.987 secondi.

Il pilota della VR46 è stato eliminato da Enea Bastianini, che ha saltato la gara di questo fine settimana e si è infortunato alla mano sinistra dove riceve fisioterapia tre volte al giorno.

Il duo Aprilia, che domenica scorsa ha ottenuto una storica vittoria per 1-2 per la Casa di Noali, ha ottenuto il risultato più veloce, con il doppio vincitore Aleix Espargaro davanti a Maverick Viñales.

READ  Correzioni: 20 dicembre 2022 - The New York Times

Pirro ha riconquistato rapidamente il primo posto davanti a Bezzecchi, mentre il compagno di squadra Dani Pedrosa, che corre per la KTM, ha conquistato il secondo posto mentre provava un telaio in fibra di carbonio.

A 20 minuti dalla fine, Pedrosa è stato il più veloce con un tempo di 1:32.250 secondi, davanti a Pirro e Martin, che erano a 0,2 secondi dal ritmo.

Marini è poi risalito al secondo posto, dopo essere stato al decimo posto, prima di migliorare nuovamente portandosi a 0,1 secondi dal leader Martin, con un tempo di 1 minuto e 32.066 secondi.

Pirro è poi andato più veloce con Marini che ha conquistato il secondo posto per finire la sessione davanti a Martin.

Bezzecchi è arrivato quarto, davanti a Raul Fernandez della RNF Aprilia, che ha segnato 1 minuto e 32.227 secondi nelle fasi finali.

Pedrosa è arrivato sesto, davanti a Viñales, Zarco, Aleix Espargaro e Alex Marquez di Gresini.

Franco Morbidelli è stato il più veloce tra le moto giapponesi in difficoltà al 12° posto, con il compagno di squadra Fabio Quartararo al 15°.

Marc Marquez ha concluso la gara della Honda al 21° posto mentre persistono voci sul suo futuro nel team.

Augusto Fernandez ha avuto l’unico inconveniente della sessione, scivolando dalla sua Tech3 GasGas KTM alla curva 14 nelle prime fasi.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x