Pugni al parlamento del Ghana per la proposta di tassa sui pagamenti elettronici

Accra – A terra è scoppiata una rissa GhanaIl Parlamento lunedì in ritardo mentre i legislatori hanno discusso una proposta di tassa sulle transazioni elettroniche che aveva diviso la casa per settimane.

La tassa elettronica dell’1,75%, che includerà le tasse sui pagamenti in denaro mobile, ha incontrato una forte opposizione da parte dell’opposizione da quando è stata proposta per la prima volta il mese scorso e ha bloccato l’approvazione del bilancio nazionale.

I membri del parlamento si sono precipitati davanti alla camera dopo che il vicepresidente del parlamento Joseph Osei-Ouso ha suggerito che la tassa fosse discussa e votata secondo una procedura “urgente”. Alcuni hanno tirato pugni e risse, mentre altri hanno trattenuto i loro compagni di squadra.

Il ministro delle finanze Ken Ofori-Ata afferma che la tassa amplierà la rete fiscale e raccoglierà ulteriori 6,9 miliardi GhanaIan Sidey (1,15 miliardi di dollari) nel 2022.

Ma la sua proposta è stata accolta con fischi in Parlamento quando è stata annunciata per la prima volta.

Gli oppositori della tassa affermano che colpirebbe in modo sproporzionato quelli a basso reddito e quelli al di fuori del sistema bancario formale che fanno molto affidamento sui trasferimenti di denaro mobili, riducendo l’attività economica complessiva.

Ofori-Atta ha promesso di avere ulteriori discussioni con le parti interessate sulla tassa.

Il voto sull’opportunità di procedere con le misure di emergenza riprenderà martedì.

(Segnalazione di Christian Accorly; Scritto da Cooper Invin; Montaggio di Edward McAllister e Jason Neely)

// BEGIN: Facebook clicks on unlike button FB.Event.subscribe("edge.remove", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_unlike_btn_click'); }); };

var plusoneOmnitureTrack = function () { $(function () { Tracking.trackSocial('google_plus_one_btn'); }) } var facebookCallback = null; requiresDependency('https://connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1&appId=404047912964744', facebookCallback, 'facebook-jssdk'); });

READ  Il flusso di lava sta rallentando sull'isola spagnola, facendo temere che possa distruggere più case

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x