Questa casa di Dallas è stata ispirata dall’amore di una famiglia per l’Italia

Questa casa di Dallas è stata ispirata dall’amore di una famiglia per l’Italia

Cosa rende un buon vicino? È qualcuno che firma i tuoi pacchi mentre sei al lavoro o semplicemente si ferma a chiacchierare di tanto in tanto oltre il recinto? Pochi ci hanno pensato più di Nirav Tolia, co-fondatore ed ex CEO Porta accanto. Quando lui e sua moglie Megha erano presidente e direttore operativo di una società di produzione con sede a Los Angeles Shondaland, hanno deciso di mettere radici nello stato natale di Nirav, il Texas, e una forte rete era in cima alla lista dei loro requisiti. “Il Texas per me ha sempre rappresentato la comunità”, afferma.

La coppia aveva costruito la propria carriera, così come quella della loro famiglia di cinque persone, nella Bay Area, ma un anno sabbatico di due anni dai loro lavori aziendali di alto livello ha cambiato completamente la loro prospettiva. “Abbiamo chiuso la nostra casa a San Francisco e ci siamo trasferiti in Italia per un anno”, dice Nirav, che ha trascorso del tempo insegnando al campus di Firenze dell’Università di Stanford mentre Megha insegnava italiano. “Poi è arrivato il coronavirus e, come molte persone, abbiamo iniziato a rivalutare dove sarebbe stato il nostro prossimo capitolo. “Ci ha dato la possibilità di pensare a ciò che era più importante nella nostra vita e dove volevamo essere.” Con la fine del loro soggiorno in Italia, la coppia ha deciso che il prossimo grande passo sarebbe stato quello di stare vicino alla famiglia allargata di Nirav, molti dei quali vivono nella zona di Dallas.

La coppia acquistò la proprietà nel quartiere di Highland Park a Dallas, ma iniziò il processo di progettazione mentre viveva ancora a Firenze. Come fan di lunga data dell’Italia, l’architettura antica e gli infiniti tesori dell’arte rinascimentale sono stati fonti di ispirazione. Hanno incaricato l’architetto di Dallas Larry E. Boerder di progettare la casa, una villa di ispirazione classica situata su un vasto terreno alberato. “Il nostro brief era ‘l’antichità incontra il contemporaneo’”, spiega Megha.

READ  Trasmissione in diretta Milan-Celtic: il Diavolo, tre punti per qualificarsi

Nel frattempo, per gli interni, hanno chiesto la guida di John de la Cruz, il fondatore Design degli interni di De La Cruz, che ha lavorato con la coppia nella loro precedente casa a San Francisco. “I Tolia amano un’estetica molto pulita. Hanno chiesto un ambiente caldo e semplice. Ciò significava riempire la grande sala cavernosa a doppia altezza con pezzi preziosi disegnati da maestri della metà del secolo e marchi italiani contemporanei. La loro collezione comprende antiche poltrone Gio Ponti , e sedie cubiche personalizzate rivestite in tessuto veneziano Rubelli e molte pietre preziose del defunto designer francese Christian Liagre. “Sono grandi fan di Christian Liagre e di questo tipo di lusso europeo che non è eccessivamente o inutilmente decorato”, dice de la Croce.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x