Re Carlo: l’Ucraina affronta “un’indicibile aggressione”

Re Carlo: l’Ucraina affronta “un’indicibile aggressione”
  • Scritto da Sean Coughlan
  • Corrispondente reale

Commenta la foto,

Il re Carlo, fotografato un anno fa con il presidente Zelenskyj, ha elogiato “l'eroismo” dell'Ucraina.

Re Carlo ha lanciato un messaggio forte di sostegno all'Ucraina, in una dichiarazione in occasione del secondo anniversario dell'invasione russa.

Ha parlato della “indicibile aggressione” che gli ucraini devono affrontare a causa di quello che ha definito un “attacco non provocato al loro territorio”.

L’insolito messaggio diretto sembrava essere un appello a continuare gli aiuti internazionali all’Ucraina.

Il Re ha accolto con favore il continuo sostegno fornito dal Regno Unito e dai suoi alleati.

In un momento in cui c’erano alcuni dubbi sugli aiuti finanziari e militari all’Ucraina, soprattutto da parte di alcuni politici negli Stati Uniti, il re Carlo ha elogiato il sostegno internazionale all’Ucraina in un momento in cui “sperimentava grande sofferenza e bisogno”.

Il re Carlo ha parlato dell'addestramento militare fornito nel Regno Unito ai soldati ucraini e ha elogiato gli sforzi del presidente Zelenskyj.

Quando la guerra entrò nel suo terzo anno, il re non nascose la sua simpatia, lodando “la determinazione e la forza del popolo ucraino”.

“Nonostante le enormi difficoltà e il dolore inflitto loro, gli ucraini continuano a dimostrare l'eroismo con cui il mondo li associa così strettamente. Il loro vero coraggio, di fronte all'indicibile aggressione”, si legge nella dichiarazione del re.

La guerra in Ucraina stava a cuore al re. Nelle prime fasi del conflitto, fece una visita a sorpresa per incontrare i rifugiati ucraini che erano fuggiti attraverso il confine con la Romania.

Ha visitato la comunità ucraina nel Regno Unito e, durante una visita di stato in Francia l’anno scorso, il re ha parlato al Senato dell’importanza di una vittoria ucraina contro la “terribile” invasione russa, in modo che “le nostre amate libertà possano trionfare”.

È insolito che il re parli così chiaramente di un conflitto internazionale, e i suoi commenti riflettono la forza dei suoi sentimenti.

Quest’ultimo intervento personale sull’Ucraina arriva in un momento in cui il re è in cura per il cancro. Si è ritirato dagli eventi pubblici, ma continua a ricoprire la sua posizione di capo di stato.

La dichiarazione del re, che avrebbe dovuto essere rilasciata in consultazione con i ministri, fa seguito all'annuncio del Regno Unito di ulteriori sanzioni contro la Russia.

Il primo ministro Rishi Sunak, che ha visitato Kiev il mese scorso per firmare un nuovo accordo di sicurezza e annunciare 2,5 miliardi di sterline in aiuti militari all’Ucraina nel prossimo anno, ha affermato che “dobbiamo rinnovare la nostra determinazione” in questo “triste anniversario”.

Questi commenti arrivano mentre centinaia di manifestanti filo-ucraini si sono riuniti allo Speakers' Corner nell'Hyde Park di Londra, per poi marciare verso Trafalgar Square, dove si stava svolgendo una veglia.

Manifestazioni per celebrare il secondo anniversario dell'invasione russa si sono svolte anche in altre parti del Regno Unito, tra cui George Square a Glasgow.

READ  Cosa si nasconde dietro il tour ministeriale arabo-islamico nei paesi del Consiglio di Sicurezza? | Notizia

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x