Rehn afferma che il quadro dei tassi della BCE non è chiaro dopo settembre

Il governatore della Banca di Finlandia Olli Rehn partecipa a un evento per un produttore di notizie Reuters a Londra, Gran Bretagna, il 29 maggio 2019. REUTERS/Hana McKay

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

HELSINKI (Reuters) – È probabile che la Banca centrale europea alzi i tassi di interesse di 25 punti base la prossima settimana e di 50 punti base a settembre, ha affermato il policymaker finlandese Olli Rehn, ma il percorso dei tassi dopo è più incerto data l’incertezza sugli sviluppi in Ucraina . Venerdì.

In una tavola rotonda, Rehn ha affermato che era chiaro che il mandato della BCE è la stabilità dei prezzi e “agiamo di conseguenza e sottolineiamo che ogni paese dell’euro ha la propria responsabilità per la propria economia e politica economica”.

Oltre alla crisi energetica, all’elevata inflazione e ai rischi di recessione, la Banca Centrale Europea sta anche valutando l’impatto dell’impasse politica in Italia mentre si prepara per la riunione politica di giovedì prossimo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Rehn ha affermato che la crisi energetica potrebbe colpire l’Italia in modo particolarmente duro poiché il governo di Mario Draghi – che ha portato stabilità, perseveranza e fermezza tanto necessarie al processo decisionale italiano – vacilla sull’orlo del collasso. nL8N2YV208]

Intervenendo a un incontro politico nella città finlandese di Pori, Rehn ha affermato che il quadro dei tassi di interesse della BCE dopo settembre dipende dal fatto che “vediamo un’altra ondata di freddo nell’economia europea a causa della possibilità di un’intensificazione della guerra russa”.

READ  Amazon aggiungerà due centri logistici in Italia: WWD

Rehn ha affermato che la crisi energetica potrebbe portare a una recessione anche se la Banca centrale europea riuscirà a controllare l’inflazione attraverso la graduale normalizzazione della politica monetaria.

Tutti tranne uno dei 63 economisti intervistati da Reuters questa settimana hanno affermato di aspettarsi che la Banca centrale europea si impegni a un aumento di un quarto di punto precedentemente annunciato la prossima settimana, anche se 19 dei 35 hanno affermato che dovrebbe prendere in considerazione un aumento di 50 punti base.

La maggioranza prevedeva un aumento di 50 punti base a settembre, seguito da un aumento di un quarto di punto in ottobre e dicembre.

Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(copertina) Issey Lehto Montaggio di Stein Jacobsen, David Goodman e John Stonestreet

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x