Ricordi da… Torino 1909: il primo Giro e il ‘gentile inganno’

Ricordi da… Torino 1909: il primo Giro e il ‘gentile inganno’

Giro d’Italia, la storia di un amore senza fine con una data di inizio precisa. La prima versione storica della Corsa Rosa risale al 1909. Comprendeva 8 tappe, di cui la più lunga di 397 km e la più breve di 206 km, per un totale di 397 km. 2447,9 km. Inizio e fine a Milano. Per semplificare le cose, la classifica era basata sui punti e non sui tempi: al termine di ogni tappa, la prima metà dei ciclisti arrivati ​​al traguardo riceveva tanti punti quanto la loro classifica: un punto per il primo e due punti per il primo. posto. Il secondo e così via. Alla fine, il vincitore è stato colui che ha raccolto meno punti.

La Gazzetta dello Sport aveva già organizzato alcune gare di minimoto in tutto il Paese, e lo sport stava guadagnando notevole popolarità, ma era la prima volta che una gara riusciva a portare il pubblico tutta l’Italia insieme. L’entusiasmo era alto e l’affetto per il nuovo baby Giro d’Italia era palpabile, soprattutto all’inizio e alla fine delle diverse tappe.

Nella penultima fase, al suo arrivo a Torino, il funzionario cittadino (il capo regionale della Polizia di Stato) ha annunciato di non essere in grado di garantire la sicurezza di una folla numerosa stimata tra le 40 e le 50mila persone. Così il direttore del Giro, Armando Cognit, si è ingegnato e ha deciso di spostare di nascosto il traguardo Peñasco E organizzare accessi “falsi”. Torino. Tuttavia, il pubblico si è sentito in gran parte ingannato e si è spostato rapidamente su Peñasco, inondando il vincitore Luigi Ganna del suo amore e del suo affetto. Nel suo resoconto quotidiano, il quotidiano “Gazzetta” ha parlato di “gentile inganno”.

READ  Gli ultimi Rangers e Celtic più Hearts, Hebes, Aberdeen e il resto delle offerte SPFL Eye FLات

Ganna, figlio di contadini e uomo molto schietto, vinse anche la classifica generale ed è ancora noto il suo commento mezzo italiano e mezzo melanista dopo la vittoria: “L’impressione più vivida è che provo grandi shockLasciamo al lettore il compito di trovare la traduzione adeguata.

Segui la scansione della firma direttamente qui.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x