Ristampa V10: il segreto del fallimento della Williams di Frentzen

Ristampa V10: il segreto del fallimento della Williams di Frentzen

Quando estrometti un pilota destinato a vincere il Mondiale di Formula 1 per far posto a uno che non ha ancora vinto un Gran Premio o non si è ancora affermato in un top team, schiacciando strada facendo il tuo genio progettuale, la nuova firma deve essere molto speciale.

Ma Heinz-Harald Frentzen ha vinto solo una gara per la Williams dopo aver sostituito il campione in carica Damon Hill nella stagione 1997 di F1.

I Bring Back V10 rivivono quella vittoria – al Gran Premio di San Marino a Imola – mentre cercano di svelare la questione del perché Frentzen abbia fallito alla Williams e perché la squadra fosse così fiduciosa di ingaggiarlo in primo luogo.

Unisciti al fan di Hill della metà degli anni ’90 di Glenn Freeman, Ed Straw, e al fan di Frentzen della metà degli anni ’90, Matt Beer, per approfondire questo e tutto ciò che stava accadendo in F1 in quel momento.

Ciò includeva i primi test dei nuovi pneumatici scanalati per il 1998 – con un furioso Jacques Villeneuve alla guida della detrazione – e l’imminente passaggio di Adrian Newey dalla Williams alla McLaren.

E sebbene sia un episodio a tema Frentzen, Hill ha un posto di rilievo mentre approfondiamo uno dei peggiori momenti del suo tempo in Arrows: uno scontro piuttosto cupo con Shinji Nakano che si traduce in un divieto sospeso per l’eroe.

Chiedeteci qualsiasi cosa! (intorno al 1989-2005 F1) – Invia le tue domande per l’episodio finale della serie utilizzando l’hashtag #BringBackV10s su Twitter, oppure puoi inviare un’e-mail [email protected]

I Bring Back V10 sono disponibili attraverso tutte le principali piattaforme di podcast, incl Podcast Apple E Spotify.

Grazie per il tuo feedback!

READ  Titolo dello Stato di San Marino 2024 ‹ ColoradoBoulevard.net

Cosa ne pensi di questa storia?

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x