Sentire il suono di un’esplosione a Riyadh e in Arabia Saudita che ostruisce un “bersaglio nemico” | Notizie di conflitto

L’aeroporto dell’Arabia Saudita ritarda i voli dopo che il regno ha intercettato un attacco missilistico o con un drone sulla capitale.

I media ufficiali del Regno hanno affermato che l’Arabia Saudita sembra aver intercettato un attacco missilistico o con un drone su Riyadh, che è stato oggetto di ripetuti attacchi da parte dei ribelli Houthi in Yemen dal 2015.

Gli utenti dei social media hanno pubblicato video di quella che sembrava essere un’esplosione nell’aria sopra Riyadh. L’incidente è avvenuto intorno alle 11:00 (08:00 GMT).

“Ho sentito un forte rumore e ho pensato che qualcosa fosse caduto dal cielo”, ha detto un residente, che vive nel distretto di Sulaymaniyah di Riyadh. “Tutta la casa tremava.”

La coalizione guidata dai sauditi, che sostiene il governo yemenita riconosciuto a livello internazionale contro gli Houthi, ha affermato di “aver intercettato e distrutto un obiettivo aereo ostile diretto a Riyadh”, senza entrare nei dettagli, secondo l’emittente televisiva statale Al-Ikhbariya.

Gli Houthi non hanno immediatamente ammesso di aver lanciato un missile o un drone verso Riyadh sabato.

L’aeroporto internazionale King Khalid di Riyadh ha detto che ci sono stati numerosi ritardi nei voli, ma non è stato immediatamente chiaro se fossero legati all’incidente di sabato.

L’ambasciata americana a Riyadh ha lanciato un avvertimento agli americani invitandoli a “rimanere vigili in caso di ulteriori attacchi in futuro”.

L’Arabia Saudita è stata ripetutamente presa di mira dagli Houthi sin dal suo intervento nella guerra civile yemenita nel 2015.

Tuttavia, è raro che droni e missili lanciati dagli Houthi raggiungano la capitale del regno, a circa 700 chilometri (435 miglia) dal confine yemenita.

READ  Le prospettive dei piloti sono state interrotte, i sistemi di allarme non funzionanti in un incidente aereo a mezz'aria in Alaska uccidono 6 persone

I ribelli devono ancora commentare l’incidente, che arriva pochi giorni dopo che Joe Biden ha prestato giuramento come presidente degli Stati Uniti, in sostituzione di Donald Trump.

Secondo il nuovo segretario di Stato americano, Anthony Blinken, l’amministrazione Biden riconsidererà rapidamente la designazione dei ribelli Houthi nello Yemen come “terroristi”.

Blinken ha detto nella sua sessione di conferma martedì che avrebbe “immediatamente” rivisto la designazione dei ribelli da parte dell’amministrazione Trump, temendo che la mossa avrebbe esacerbato una crisi umanitaria già descritta come la peggiore al mondo.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x