Sir Russell Coates non tornerà in America’s Cup

Sir Russell Coates è contento di continuare a sviluppare l'emozionante SailGP World League.

SAILGP / roba

Sir Russell Coates è contento di continuare a sviluppare l’emozionante SailGP World League.

Il grande velista neozelandese Sir Russell Coates afferma che la sua carriera in Coppa America è finita.

Tre volte vincitore come timone e due vittorie come CEO, Coutts rimane una delle figure più dominanti nell’evento di punta dello sport, incluso il record perfetto di 15 vittorie e zero sconfitte in tre stagioni al volante – due con Team New Zealand e uno Con il sindacato svizzero Alinghi.

Il 59enne ammette di amare l’attuale America’s Cup, che include la sua visione delle barche a motore in regate a fuoco rapido realizzate per la televisione, ma vuole concentrarsi sullo sviluppo della propria SailGP World League, che ha navigato su una barca di 50 piedi.

VelaGP

Uno sguardo al crescente fascino delle regate frustranti su un circuito mondiale avviato da Sir Russell Coates.

Coates è a Taranto per la seconda regata della stagione SailGP, e le discussioni ruotavano inevitabilmente intorno all’America’s Cup, quando è stato intervistato dai media italiani. stampa.

Leggi di più:
* Nuova Zelanda a pochi passi da SailGP Italy
*Sir Russell Coates e Jimmy Spiethel si uniscono di nuovo
* Come Russell Coates ha usato i legami con l’UFC per far crescere il suo circuito velico infuocato

“Sì, mi piace, è veloce e moderno… Coates ha detto dell’America’s Cup che si è evoluta dalla frustrata zattera di Coates a San Francisco 2013 e Bermuda 2017 al monoscafo da 75 piedi di Grant Dalton a Oakland 2021.

Quando gli è stato chiesto francamente se sarebbe tornato in Coppa America, ha detto: “No, ovviamente mi piace, ma non lo farò”.

READ  Conferma delle partite preliminari degli Europei 2020 in Inghilterra prima della riprogrammazione
Sir Russell Coates ha vinto l'America's Cup tre volte come mover e due volte come CEO per diventare una leggenda sulla scena.

John Selkirk/Staff

Sir Russell Coates ha vinto l’America’s Cup tre volte come mover e due volte come CEO per diventare una leggenda sulla scena.

Ci sono state speculazioni sul campo sinistro nelle ultime settimane di Coutts che prende parte alla scena della British America’s Cup poiché il sindacato di Sir Ben Ainsley rappresenta il nuovo contendente del record. È stato suggerito che potrebbe fornire un difficile vantaggio vedere gli inglesi vincere finalmente una competizione che hanno inventato nel lontano 1851.

Ma Coates ha chiarito che aveva ancora molto a che fare con la sua versione del circuito di yacht professionali ad alta velocità di produzione in stile F1 nel motorsport.

Ama l’unico aspetto del design degli F50 che mette i risultati nelle abilità di crociera piuttosto che nei meriti stilistici.

Coates si dice più che soddisfatto del suo ruolo manageriale, piuttosto che essere un velista attivo.

Ha detto “No, non mi manca (vela agonistica) perché sono così concentrato su questo nuovo ruolo” stampa.

“Per me questa è una nuova sfida e vivo per le sfide, proprio come quando ero marinaio.

“Mi piace alzarmi la mattina adesso e pensare a come le cose possono migliorare, come posso sviluppare SailGP.”

Blair Talk e Peter Burling con il presidente di SailGP Sir Russell Coates.

in dotazione/roba

Blair Talk e Peter Burling con il presidente di SailGP Sir Russell Coates.

Coates, il campione olimpico finlandese del 1984, ha messo un timbro di gomma sull’ingresso della Nuova Zelanda nel SailGP quest’anno, guidato dalle stelle Kiwi Peter Berling e Blair Talk, tra cui molti altri vincitori dell’America’s Cup del Team New Zealand.

Coates afferma di voler espandere ulteriormente la flotta dalla sua attuale posizione di otto nazioni e ha lasciato intendere che presto potrebbero apparire squadre dall’Italia e dalla Germania.

È anche entusiasta di continuare l’approccio ecologico di SailGP al business mentre crociano per conservare e sostenere la vita marina.

Coutts è l’America’s Cup Hall of Fame due volte nominato miglior marinaio del mondo. È anche un vincitore di Halberg.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x