Sondaggio: i liberali hanno maggiori probabilità di ottenere sostegno con il nuovo leader

Sondaggio: i liberali hanno maggiori probabilità di ottenere sostegno con il nuovo leader

Un sondaggio online di questa settimana ha mostrato che i liberali federali hanno il potenziale per prendere voti dal Partito dei Verdi e dall’NDP, e aumentare il loro sostegno, se Justin Trudeau si dimettesse e il partito avesse un nuovo leader in corsa alle prossime elezioni.

Un sondaggio online di questa settimana ha mostrato che i liberali federali hanno il potenziale per prendere voti dal Partito dei Verdi e dall’NDP, e aumentare il loro sostegno, se Justin Trudeau si dimettesse e il partito avesse un nuovo leader in corsa alle prossime elezioni.

Circa il 21% dei lettori ha affermato che sarebbe più aperto a votare per il Partito Liberale sotto un nuovo leader, rispetto al 5% che ha affermato che sarebbe meno aperto.

Una pratica di questo tipo ha i suoi limiti. Per prendere in prestito un termine dai sondaggi politici americani, che può riferirsi sia a un “democratico generale” che a un “repubblicano generale”, ciò presuppone l’esistenza di un “liberale generale”.

Naturalmente non esiste un simile animale: il nuovo leader sarà un politico specifico con il suo bagaglio, la sua storia, i suoi punti di forza e di debolezza, nel bene e nel male.

Justin Trudeau guiderà il suo partito alle prossime elezioni? Lui Dice che lo faràMa alcuni sono solidali con il partito Dice che non dovrebbe. Ecco un breve elenco dei possibili successori: Christia Freeland Spesso viene affermato così com’è Marco Carney O Dominique LeBlanc.

Gli uomini sono più propensi a votare per i liberali sotto un nuovo leader, ma sono anche più propensi a dire che non voterebbero per i liberali sotto nessun leader. È più probabile che le donne siano liberali coerenti nel partito e sostengano il partito sotto qualsiasi leader.

READ  Il presidente cinese e Zelensky dell'Ucraina hanno una chiamata tanto attesa

Questo è uno dei grafici più importanti. È sorprendente quanto gli elettori sotto i 30 anni siano chiusi nei confronti dei liberali, e come i liberali partigiani (“voterò liberale sotto qualsiasi leader”) siano inclinati verso le persone anziane. Qualunque cosa questo dica sul futuro del Partito liberale federale, non è una buona cosa.

Passa il mouse sulle due opzioni a destra (“Voterò liberale sotto qualsiasi leader” e “Non voterò liberale, non importa chi sia il leader”).

La parte superiore e inferiore di questo grafico non riservano sorprese – gli elettori con opinioni forti hanno opinioni forti – ma la parte centrale è interessante: mostra che il nuovo leader avrà il potenziale per ottenere guadagni tra gli elettori che ora sono in qualche modo apatici o poco favorevoli a Trudeau :

Questo grafico mostra una certa apertura tra gli elettori indifferenti o ostili a Pierre Poilievre, e un segmento più piccolo ma interessante tra gli elettori che in qualche modo sono a favore di Poilievre, cioè Orientamento conservatore:

Ciò mostra un certo potenziale tra le persone che ora dicono che voteranno i Verdi o l’NDP:

(Sono confuso dalle persone che dicono che voterebbero i Verdi o l’NDP, così come che voterebbero i Liberali sotto qualsiasi leader; i sondaggi sono stati fatti più o meno nello stesso periodo, tra la fine di aprile e l’inizio di maggio.)

Tra coloro che hanno votato per il Partito dei Verdi o per il Partito Nazionale Democratico nel 2015:

Le persone con titoli universitari sono più aperte al voto liberale sotto un nuovo leader e hanno anche maggiori probabilità di essere liberali partigiani:

Accanto ai problemi. L’apertura a un voto liberale sotto un nuovo leader è più forte tra coloro che:

  • Sostenere l’uso della legge di emergenza da parte del governo federale
  • Sostenere la legalizzazione della cannabis
  • Supponiamo che l’Occidente sostenga una completa vittoria ucraina nel conflitto ucraino-russo
  • Supportare un controllo più rigoroso delle armi; In alternativa, sostenere gli equilibri politici nell’attuale regime di controllo degli armamenti

In altre parole, il nuovo leader liberale troverà un segmento di elettori con opinioni politiche dal centro alla sinistra che potrebbero essere potenziali sostenitori, anche se dovrà conquistarli. Non esiste uno spazio equivalente per la crescita a destra.

Infine, il nuovo leader liberale farebbe bene a cercare sostegno tra gli amanti dei gatti piuttosto che tra gli amanti dei cani:

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x