Sotheby’s lancia i media premium con Christina O’Neill al timone

Sotheby’s lancia i media premium con Christina O’Neill al timone

Proprio come i musei hanno interiorizzato i vantaggi dell’eccellenza editoriale, così hanno fatto le case d’asta con i loro contenuti, cataloghi e marketing.

In linea con questa ideologia, Christina O’Neill è stata aggiunta all’elenco dei dipendenti a tempo pieno di Sotheby’s. L’ex caporedattore L Il giornale di Wall Street‘S Benessere Pubblicazione sullo stile di vita Wall Street Journal. La rivista è stata nominata redattore capo di Sotheby’s. Ha annunciato la sua partenza dall’operazione di proprietà del Dow Jones alla fine di aprile.

Altro da WWD

Lo stimato O’Neill assume una posizione appena creata e supervisiona una nuova entità a partire dall’8 gennaio. Riporterà direttamente a Gareth Jones, Chief Marketing Officer di Sotheby’s.

La sua nomina fa parte del lancio di Sotheby’s Media, che include la rivista e i relativi contenuti multicanale, inclusi elementi digitali, audio e video. Mentre si rivolge a celebrità e altre figure importanti, O’Neill poserà anche per un evento per la rivista della casa d’aste il prossimo autunno.

Un portavoce di Sotheby’s ha rifiutato di condividere qualsiasi dettaglio riguardo lunedì.

Oltre alla sua esperienza editoriale e all’ampio elenco di contatti facoltosi, O’Neill offre anche approfondimenti sul settore della moda e del lusso, che sta guadagnando sempre più terreno presso Sotheby’s e la rivale Christie’s in termini di vendite e clienti.

Il banditore ha fatto passi da gigante per aumentare il coinvolgimento sui social media e la portata dei consumatori. Un’altra aggiunta recente è Nick Marino, che è entrato a far parte di Sotheby’s come responsabile globale dei contenuti. In questo post, sviluppa ed espande una strategia di contenuti globale per il sito web, l’app, le newsletter, le aste in live streaming, i social media e altri elementi di Sotheby’s. Con 87.500 follower su Instagram, O’Neill sa tutto sulla crescita delle basi di consumatori. I suoi 25 anni di esperienza includono apparizioni su Harper’s Bazaar, New York Magazine e Time Out New York.

READ  Instagram cambia contenuto hashtag in un nuovo test che rimuove la scheda "recenti".

O’Neill si è unito per la prima volta al Wall Street Journal. rivista nel 2012, e ne ha curato il rilancio come titolo di cultura e moda, disponibile per gli abbonati del Wall Street Journal. È stata la terza redattrice della rivista, che ha debuttato nel 2008 come parte dello sforzo di Rupert Murdoch di trasformare la rivista in una pubblicazione di interesse generale nazionale e di competere direttamente con il New York Times. O’Neill ha introdotto un nuovo logo in carattere Escrow per la rivista. Ha anche reclutato alcuni nomi audaci al chiaro di luna come editorialisti, tra cui il defunto stilista Karl Lagerfeld, l’ex magnate della NBA Dwyane Wade e l’artista Marina Abramović.

Durante il suo mandato, O’Neill ha aggiunto una redazione completamente attrezzata per coprire le ultime notizie del settore. Ha inoltre creato la strategia digitale e sui social media della rivista, espandendo Apple News+, la newsletter settimanale del sabato ed eventi di alto profilo, tra cui gli annuali Innovator Awards della rivista.

Il meglio del WWD

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x