Studio: La dopamina rilasciata durante l'esercizio è collegata a tempi di reazione migliorati

Studio: La dopamina rilasciata durante l'esercizio è collegata a tempi di reazione migliorati

I ricercatori hanno scoperto che il tempo di reazione dei ciclisti migliorava all'aumentare dei livelli di dopamina mentre partecipavano all'esercizio.

Il dottor Joe Costello, della School of Sport, Health and Activity Science, ha dichiarato: “Sappiamo che l'esercizio cardiovascolare migliora le prestazioni cognitive, ma fino ad ora gli esatti meccanismi alla base di questo processo non sono stati studiati a fondo negli esseri umani”.

“Utilizzando nuove tecniche di imaging cerebrale, siamo stati in grado di esaminare il ruolo svolto dalla dopamina nel migliorare la funzione cerebrale durante l’esercizio, e i risultati sono stati davvero promettenti.

“Il nostro studio attuale suggerisce che l’ormone è un importante neuromodulatore per migliorare il tempo di reazione.

“Questi risultati supportano la crescente evidenza che l’esercizio fisico su prescrizione è un trattamento praticabile per una serie di condizioni di salute nel corso della vita”.

Per lo studio, pubblicato sul Journal of Physiology, a 52 partecipanti maschi è stato chiesto di eseguire compiti cognitivi a riposo e mentre pedalavano in uno scanner per tomografia a emissione di positroni (PET) che monitora il movimento della dopamina nel cervello.

I risultati indicano che quando un partecipante va in bicicletta stando sdraiato sulla macchina, la quantità di dopamina rilasciata nel cervello aumenta e che questo processo è collegato a un miglioramento del tempo di reazione.

Un secondo studio ha utilizzato la stimolazione elettrica dei muscoli per verificare se il movimento muscolare forzato per stimolare l’esercizio avrebbe anche migliorato le prestazioni cognitive, e lo studio finale ha combinato esercizio volontario e involontario.

READ  Il ritorno di un grande razzo cinese che è stato avvistato sull'isola del Borneo - Spaceflight Now

Negli esperimenti in cui è stato eseguito esercizio volontario, le prestazioni cognitive sono migliorate, ma i ricercatori hanno scoperto che questo non era il caso quando veniva utilizzata solo la stimolazione elettrica forzata.

“Ciò suggerisce che quando chiediamo al nostro comando centrale di muovere il nostro corpo durante l'esercizio, questo è il processo che aiuta a rilasciare la dopamina”, ha affermato Sochi Ando, ​​professore associato presso il Laboratorio di scienze della salute e dello sport presso l'Università di elettro-comunicazione in Giappone. . Nel cervello.”

Il dottor Costello ha aggiunto: “Questi recenti risultati supportano la nostra precedente teoria secondo cui le prestazioni cognitive durante l'esercizio sono influenzate dai cambiamenti negli ormoni che regolano il cervello, inclusa la dopamina”.

“Potrebbero esserci anche una serie di altri fattori psicofisiologici, tra cui il flusso sanguigno cerebrale, l’eccitazione e la motivazione, che svolgono un ruolo”.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x