Tonga “Aquaman” dice di essere sopravvissuto allo tsunami che ha spazzato l’oceano

Un diplomatico neozelandese ha affermato venerdì che la storia sorprendente di un falegname in pensione che è sopravvissuto durante la notte nell’oceano dopo essere stato travolto da uno tsunami a Tonga sembra essere coerente con gli eventi dell’epoca.

“È uno di quei miracoli che stanno accadendo”, ha detto l’Alto Commissario ad interim Peter Lund tramite un telefono satellitare da Tonga, dove le comunicazioni sono ancora irregolari.

La storia di Lisala Folau, 57 anni, con disabilità che rendono difficile la deambulazione, ha affascinato persone a Tonga e in tutto il mondo. Alcuni lo chiamavano “Aquaman”.

In un’intervista sottotitolata con BroadCom Broadcasting a Tonga, Fulau ha detto di essere stato trascinato in mare intorno alle 19:00 sabato dalla sua casa sull’isola di Atata e ha galleggiato tutta la notte prima di approdare su un’isola disabitata.

Da lì, ha detto di essere andato alla deriva o di aver nuotato per altre otto ore verso una seconda isola deserta prima di tornare finalmente a nuotare verso l’isola principale di Tongatapu, un viaggio totale di oltre 7,5 chilometri che è durato oltre 26 ore.

Guarda | La famiglia si è ricollegata giorni dopo il vulcano Tonga e lo tsunami:

Una donna è in contatto con i suoi parenti a Tonga pochi giorni dopo il vulcano e lo tsunami

Cinque giorni dopo l’eruzione di un vulcano sottomarino vicino a Tonga e il successivo tsunami, Adi Pasakala, residente in Nuova Zelanda, ha contattato i membri della famiglia sull’isola. 1:04

Lund ha detto che quando ha avuto il suo primo briefing con i funzionari del governo a Tonga domenica, un giorno dopo lo tsunami ma prima che Fulau fosse trovato, gli hanno detto che qualcuno era scomparso dall’isola di Atata.

READ  Le lussuose cabine per la pesca sul ghiaccio a Manitoba offrono comfort e convenienza

“E non erano molto ottimisti al riguardo”, ha detto Lund.

Ma i funzionari in seguito hanno rivisto i loro numeri per indicare che sull’isola non mancava nessuno.

In un’intervista allo Sky News britannico, Fulau ha descritto come si è sentito durante l’esperienza.

“La parte più terrificante per me durante il calvario è stata quando le onde mi hanno portato dalla terra al mare”, ha detto.

Guarda | Nuove immagini mostrano ingenti danni causati dall’eruzione del vulcano Tonga:

Nuove immagini mostrano gravi danni causati dall’eruzione del vulcano Tonga

Voli di ricognizione dall’Australia e dalla Nuova Zelanda hanno rivelato l’entità dei danni alle Tonga causati dalla massiccia eruzione vulcanica e dallo tsunami di sabato. I danni all’aeroporto e ai cavi di comunicazione stanno ostacolando i soccorsi. 3:43

Ha aggiunto: “Mi sono venute in mente due cose quando ero impotente in mare”. “Uno, che credo ancora in Dio. Secondo, la mia famiglia. E ricordo solo come, in quel momento, la mia famiglia avrebbe pensato: ‘Forse è morto.'” “

Fulau ha detto che stava lavorando a casa disegnando dei dipinti quando suo fratello gli ha detto che un’ondata di tsunami si stava muovendo verso la piccola isola, che ha una popolazione di circa 60 abitanti.

Un video è stato girato il giorno successivo ad Atata dal figlio di Folau, Koli Folau, che è andato a cercare suo padre. Il video mostra che sull’isola non è rimasto quasi nulla se non la chiesa dove si sono rifugiati molti abitanti del villaggio.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x