Un ex ufficiale della Marina italiana è stato condannato a 20 anni di carcere per aver venduto documenti segreti della NATO alla Russia

Un ex ufficiale della Marina italiana è stato condannato a 20 anni di carcere per aver venduto documenti segreti della NATO alla Russia

Il 19 gennaio 2023, un tribunale penale italiano a Roma ha condannato Walter Piot, ex capitano della Marina italiana, per aver rivelato segreti nazionali, spionaggio e corruzione, e lo ha condannato a 20 anni di prigione. (Aeronautica americana)

NAPOLI, Italia – Un ex capitano della Marina italiana è stato condannato a 20 anni di carcere per aver venduto documenti classificati NATO e altre informazioni a un addetto militare presso l'ambasciata russa a Roma.

L'agenzia di stampa italiana ANSA ha riferito lo stesso giorno che venerdì un tribunale penale italiano ha condannato Walter Piot (58 anni) con l'accusa di spionaggio, corruzione e divulgazione di segreti nazionali.

Questi segreti includevano dettagli sulla guerra contro il terrorismo in Siria, dove la coalizione guidata dagli Stati Uniti continua le sue operazioni per sconfiggere l’ISIS.

Altri documenti si concentravano sulla Libia, sulle potenziali vulnerabilità della NATO e sulle questioni marittime critiche, secondo quanto riportato dai media italiani.

Gli Stati Uniti hanno basi aeree, militari e navali in Italia, e gli alti ufficiali della Marina statunitense detengono anche titoli di comando all’interno della NATO.

L'accusa ha affermato che l'ex comandante della fregata ha consegnato all'addetto russo una chiavetta USB contenente più di 180 immagini dello schermo del suo computer di lavoro in un parcheggio di Roma alla fine di marzo 2021, ha riferito l'agenzia di stampa ANSA.

Tra le foto che ha fornito all'allegato c'erano 104 documenti contrassegnati come “Segreto NATO” e “Segreto NATO”, e altri nove documenti contrassegnati come “Segreto”, secondo il rapporto ANSA.

READ  Bastianini guida la Ducati 1-2-3-4 nelle FP2

Almeno un documento è stato classificato come top secret e i pubblici ministeri non erano sicuri se il russo avesse precedentemente ricevuto altre informazioni da Piot, un uomo sposato e padre di quattro figli, ha riferito l'agenzia di stampa al momento dell'arresto di Piot, il 30 marzo 2021.

La sentenza è arrivata quasi un anno dopo che un tribunale militare separato aveva condannato Bute a 30 anni di prigione nello stesso caso con l’accusa di aver fornito segreti militari all’addetto dell’ambasciata russa nel marzo 2021 in cambio di circa 5.400 dollari.

Nel precedente processo, un testimone aveva testimoniato in un'udienza nell'ottobre 2022 che il dipartimento di analisi strategica in cui lavorava Piot gestiva operazioni militari altamente sensibili, comprese operazioni della NATO, riferì il quotidiano italiano Corriere della Sera all'epoca del 9 marzo 2023. Credenza.

Piot è stato visto in tre video segreti a metà marzo 2021 mentre scattava foto con il suo cellulare nel suo ufficio al Ministero della Difesa.

L'Italia ha espulso l'addetto e un altro diplomatico russo poco dopo l'arresto di Biot.

Barron's ha riferito venerdì che Piot è detenuto in un carcere militare italiano vicino a Napoli e intende presentare appello contro la sentenza di venerdì e la decisione del tribunale militare.

Barrons ha detto che il suo avvocato ha descritto il doppio processo come senza precedenti.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x