― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldUn giornalista mette alla prova Trump riguardo al suo impegno nel Minnesota...

Un giornalista mette alla prova Trump riguardo al suo impegno nel Minnesota per il 2020

In un'intervista con un giornalista di St. Paul, Minnesota, andata in onda pochi giorni prima della sua apparizione prevista venerdì alla cena di raccolta fondi del Partito repubblicano del Lincoln Day, l'ex presidente Donald Trump ha negato di aver detto che non sarebbe tornato nello stato del Midwest se avesse perso. Nel 2020, ma l'affiliata locale della ABC ha portato le ricevute per dimostrare il contrario.

Il giornalista del KSTP Tom Hauser parlare con Trump in merito a una videochiamata fatta martedì prima che l'ex presidente accusato si recasse in tribunale per ascoltare la testimonianza del suo ex avvocato, Michael Cohen. Hauser una volta ha chiesto a Trump del suo impegno come relatore e se dovesse essere interpretato come parte di uno spettacolo teatrale per il Minnesota a novembre.

“Penso che a un certo punto tu abbia giurato di non tornare mai più in Minnesota dopo aver perso lo stato nel 2020”, ha ricordato. “Questo indica che ritieni di avere una possibilità realistica di vincere il Minnesota nel 2024?”

Trump ha negato di averlo detto.

“Beh, non ho mai detto che non sarei mai tornato”, ha insistito, prima di sostenere la falsa affermazione di aver effettivamente vinto lo stato quattro anni fa. “Pensavo di aver vinto facilmente il 2020”.

In effetti, Trump disse in una manifestazione nel settembre di quell'anno che non aveva intenzione di tornare in Minnesota se avesse perso contro Joe Biden – un punto che KSTP ha chiarito pubblicando questa clip.

“Se perdo il Minnesota, non tornerò mai più, non mi interessa. Non tornerò mai più”, ha detto Trump a una folla di sostenitori a Duluth.

READ  La polizia ha accusato un truffatore seriale che depreda le comunità dell'Ontario

Trump “sembra che stia scherzando”, ha detto Hauser. Non è chiaro se sia così.

Tuttavia, Trump chiaramente non ha vinto il Minnesota, come ha affermato, ma ha perso in modo convincente di sette punti percentuali, ovvero circa 230.000 voti.

L'apparizione di Trump nelle Twin Cities avviene nel suo raro giorno libero dal processo penale a Manhattan. Ha trascorso la prima parte della giornata assistendo alla laurea di suo figlio Barron alla Oxbridge Academy di West Palm Beach, in Florida.