― Advertisement ―

spot_img
HomescienceUna navicella spaziale russa Soyuz con due astronauti e un astronauta americano...

Una navicella spaziale russa Soyuz con due astronauti e un astronauta americano in attracco alla Stazione Spaziale Internazionale Novità sullo spazio

Le Stazioni Spaziali Internazionali rimangono un luogo di cooperazione tra Stati Uniti e Russia in mezzo alle tensioni sull’Ucraina.

Due astronauti russi e un astronauta statunitense si sono riuniti con la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) dopo il lancio dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan nel contesto delle crescenti tensioni tra Mosca e Washington sull’invasione dell’Ucraina.

L’agenzia spaziale russa Roscosmos ha riferito che gli astronauti Oleg Kononenko e Nikolai Chub e l’astronauta americano della NASA Loral O’Hara sono stati lanciati venerdì a bordo della navicella spaziale Soyuz MS-24.

L’Agenzia spaziale russa ha affermato che l’equipaggio è arrivato alla Stazione Spaziale Internazionale tre ore dopo, alle 18:53 GMT.

Nella stazione orbitale, il trio si unirà all’equipaggio composto da tre russi, due americani e un giapponese, oltre a un rappresentante dell’Agenzia spaziale europea.

La Stazione Spaziale Internazionale rimane un raro luogo di cooperazione tra Stati Uniti e Russia, le cui relazioni sono crollate dopo che Mosca ha lanciato l’attacco all’Ucraina lo scorso anno.

Il russo Kononenko ha fatto allusione alle tese tensioni geopolitiche durante una conferenza stampa pre-volo giovedì, affermando che “a differenza della Terra”, gli astronauti e gli astronauti si prendono cura l’uno dell’altro nello spazio.

“Ci sentiamo lì, ci capiamo e siamo molto sensibili alle nostre relazioni”, ha detto. “Ci prendiamo sempre cura l’uno dell’altro.”

O’Hara dagli Stati Uniti ha elogiato “l’eredità” della stazione e ha detto che stava unendo i paesi.

“L’arrivo di tre nuovi membri dell’equipaggio alle sette persone già a bordo della Spedizione 69 aumenta temporaneamente la popolazione della stazione a 10”, ha detto la NASA dopo l’attracco della navicella Soyuz alla Stazione Spaziale Internazionale.

READ  Questo punto sulla Stazione Spaziale Internazionale è rimasto sporco - per la scienza

Kononenko, 59 anni, e Chubb, 39 anni, trascorreranno un anno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, mentre O’Hara, 40 anni, trascorrerà sei mesi a bordo della Stazione. Questa è stata la prima missione di O’Hara e Chubb nello spazio.

Il comandante della missione Kononenko sta effettuando il suo quinto viaggio sulla stazione spaziale orbitante.

Entro la fine del suo soggiorno di un anno, Kononenko stabilirà un nuovo record per il tempo più lungo trascorso nello spazio, più di mille giorni.

Chubb ha detto che il viaggio nello spazio era il suo “sogno d’infanzia” e ha dedicato “tutta la sua vita” a raggiungere quell’obiettivo.

Il lancio di venerdì è stato il primo del suo genere per la Russia dopo la perdita del modulo russo Luna-25 il mese scorso, che si è schiantato sulla superficie lunare dopo un incidente durante le manovre pre-atterraggio, causando grande imbarazzo a Mosca.

La missione Luna-25 aveva lo scopo di segnalare il ritorno della Russia all’esplorazione lunare indipendente di fronte a problemi finanziari, scandali di corruzione e il suo crescente isolamento dall’Occidente durante la guerra contro l’Ucraina.

Mosca ha fatto atterrare una sonda sulla Luna per l’ultima volta nel 1976, prima di abbandonare l’esplorazione lunare in favore delle missioni su Venere e della costruzione della stazione spaziale Mir.