― Advertisement ―

spot_img

L'ultimo accessorio dell'estate? I cuscinetti auricolari ispirati a Trump invadono la Convention Nazionale Repubblicana – Nazionale

Sembra che Donald Trump possa ora aggiungere il titolo di "fashion influencer" al suo curriculum.L'ex presidente, anche se non particolarmente conosciuto come un fan...
HomeWorldUragano Beryl: i londinesi lanciano soccorsi per aiutare le vittime

Uragano Beryl: i londinesi lanciano soccorsi per aiutare le vittime

Commenta la foto, Orson De Silva, un organizzatore di aiuti, con le forniture raccolte a Ladbroke Grove.

  • autore, Vittoria Cook
  • Ruolo, notizie della BBC

I londinesi hanno iniziato a raccogliere donazioni, forniture e denaro per aiutare le persone colpite dall'uragano Beryl.

Sono state lanciate due campagne di soccorso comunitario a Ladbroke Grove e Westbourne Park, a ovest di Londra, per Grenada e per isole minori come Carriacou e Petite-Martinique.

La coordinatrice dei soccorsi, Saskia Moynihan de Silva, ha detto di essersi sentita “terrorizzata” quando ha assistito al disastro naturale, quindi “iniziare a fornire aiuti sembrava la cosa naturale da fare”.

Commenta la foto, Barche da pesca danneggiate si accumulano dopo l'uragano Beryl a Bridgetown, Barbados.

La signora De Silva, originaria di Grenada, ha detto che aveva “membri della famiglia bloccati lì”.

Lei e il suo partner Osmond de Silva stanno raccogliendo fondi online e raccogliendo rifornimenti per Grenada e le piccole isole colpite dall'uragano Beryl dopo che “ha completamente distrutto il 98% delle isole di Carriacou e Petite-Martinique”.

Ha aggiunto: “Le persone sono diventate indigenti e vulnerabili, senza cibo, vestiti o riparo”.

“Il ciclone ha avuto un impatto enorme, soprattutto sui membri della famiglia: abbiamo familiari che erano bloccati e indigenti”, ha detto un attivista della comunità.

Commenta la foto, Saskia Moynihan de Silva ha lanciato un appello per l'invio di rifornimenti a Grenada e alle isole circostanti

La coppia ha chiesto al pubblico di portare provviste al barbiere Mo Better Cutz a Ladbroke Grove.

Hanno chiesto alimenti non deperibili, kit igienici e forniture mediche.

Saskia ha detto alla BBC che la risposta è stata molto positiva.

“Il mio telefono è pieno di persone che vogliono aiutare e raggiungere”, ha detto.

Ha aggiunto: “I Grenadiani non cercano in alcun modo pietà, ma piuttosto vogliono sostegno”.

Commenta la foto, Esmond Joseph guida le operazioni di soccorso allo Yaa Centre, Westbourne Park

A Westbourne Park, anche Esmond Joseph, anche lui di Grenada, sta raccogliendo donazioni.

Ha detto alla BBC che le comunicazioni con la sua famiglia sull'isola erano difficili, aggiungendo che “l'antenna principale è caduta”, ma ha detto di essere in grado di confermare che tutti i membri della sua famiglia sono sopravvissuti.

Esmond ha detto di aver lanciato una campagna di raccolta fondi online e di aver chiesto al pubblico di donare oggetti allo Yaa Center.

Oltre alle forniture alimentari e igieniche, “sono urgentemente necessari teloni”, ha affermato Esmond.

Ha spiegato che molti dei suoi familiari e amici avevano perso i tetti delle loro case e si bagnavano quando pioveva.

Ha detto alla BBC che stavano cercando di trasportare rifornimenti per via aerea.

Si sta prendendo in considerazione anche la spedizione, ma ci vorranno due settimane, ha detto.

L'Alto Commissario della Giamaica a Londra, Alexander Williams, ha detto alla BBC Radio London che l'isola si era preparata per la tempesta nel miglior modo possibile.

“C'è sempre un limite alle nostre capacità di preparazione agli uragani perché abbiamo a che fare con un disastro nazionale”, ha affermato.

Ha aggiunto: “Sì, ci sono state alcune inondazioni, ma nel complesso c'è stata una grande preparazione per l'imminente uragano”.

Altro su questa storia