Wall Street: vendite pesanti. E adesso? Apple e Tesla, cosa state facendo?

Di seguito l’intervista ad Alessandro Coco, CEO di Unicron Associates, al quale abbiamo posto domande sugli indici azionari statunitensi e su alcuni titoli statunitensi.

A Wall Street, i tre principali indici si sono corretti dopo aver raggiunto nuovi massimi. Cosa ti aspetti adesso?

Oggi, gli indici azionari statunitensi hanno tentato di allungare nuovamente il ritmo, solo per tornare indietro e quindi annullare il segnale di nuovi acquisti.

C’è un supporto abbastanza vicino da contenere il calo, confermando un quadro positivo a Wall Street.

Nell’ultima sessione del 2020 sono stati superati i massimi precedenti, come nel caso dell’S & P500 che ha inviato un bel segnale rialzista, che il downtrend di oggi non ha negato.

Un follow up rialzista è ancora possibile, ma sarà importante prima di tutto mantenere 3.700 punti, dato che al di sotto di questa soglia, l’S & P500 potrebbe scendere prima verso i 3.631 punti e poi verso l’area dei 3600.

Per continuare la visione rialzista, sarà importante difendere il livello dei 3700, dato che al di sopra di tale limite l’S & P500 potrà tentare di estendersi verso i 3750/3760 punti. Con un successivo obiettivo di nuove vette storiche nell’area di 3850.

Simile è il discorso di Dow Jones che ha annullato il rally di dicembre, mettendo a repentaglio la soglia dei 30.000 punti.

Con cali al di sotto di questo livello, l’indice metterà in dubbio la sua posizione rialzista a breve termine, con il rischio di scendere verso i 29.200 punti in primo luogo.

Ulteriori cali si aspettano che il Dow Jones raggiunga i 28.400 punti, poiché un gap aperto si chiuderà.

READ  Il 6 gennaio sarà probabilmente un giorno decisivo nei prossimi due mesi nei mercati azionari

Il Nasdaq Composite Index ha cercato di avvicinarsi ai massimi aggiornati il ​​29 dicembre, salvo un arretramento verso i valori raggiunti a metà del mese scorso.

Solo oltre 12.973 punti sarebbe possibile vedere un’estensione di circa 13.500 / 13600 punti.

Sul versante ribassista, tuttavia, una violazione di 12.750, se confermata, costringerebbe uno spostamento dell’attenzione verso i 12.500 punti, sotto i quali il Nasdaq Composite rischierebbe un calo nell’area di 12.000.

Nel complesso, non solo per l’indicatore tecnologico, vi invito a prestare attenzione alla stabilità dei pilastri, visto che il loro fallimento potrebbe portare a un calo abbastanza significativo per le tre principali liste di Wall Street.

Cosa puoi dirci della recente performance di Apple?

Apple ha raggiunto il massimo storico del 29 dicembre a $ 138,79, tuttavia, è tornata in auge grazie alla tendenza al ribasso del Nasdaq Composite Index.

Solo con ricavi superiori a 134,74 dollari sarebbe possibile prendere in considerazione un test dei record, dopodiché ci sarebbe spazio fino a 148 dollari.

Con conferme sotto i 130 dollari, Apple rischierebbe un calo nella regione dei 124 dollari che potrebbe comunque essere letto come un rimbalzo minore.

Tesla continua a brillare con il lato positivo misto. Cosa ne pensate di questo titolo?

Tesla ha volato a dicembre e ha continuato a salire con il prossimo obiettivo nella regione di $ 800.

Sul lato negativo, mi riferisco al primo supporto a 680 $, al di sotto del quale Tesla troverà un supporto moderato a 640 $ prima di raggiungere la regione dei 600 $.

Se dovesse verificarsi un rimbalzo più profondo, il focus sarebbe prima di $ 520 e successivamente di $ 480.

READ  Italia: una società italiana su dieci è guidata da immigrati

Ci sono altri titoli di cui vuoi parlarci a Wall Street?

Spendiamo due parole su NIO Limited che brilla oggi in controtendenza a Wall Street, con un guadagno di quasi il 9%.

Il titolo ha superato i massimi registrati il ​​22 dicembre a $ 49,84 ed è ora impostato per un’estensione verso i record storici raggiunti il ​​24 novembre a $ 57,2.

Sul lato negativo di NIO Limited, punto a supportare a $ 47,5 e guarderemo sotto a $ 42,5 e $ 40, che è l’ultima roccaforte prima del crollo verso $ 39 / 27,5.

Vice direttore Trend-online, classe 1978.
Dopo aver completato i suoi studi su Il liceo classico “Antonio Calamo” di Ostuni Sono entrato nel mondo dell’economia.
Ho a che fare con lui da circa vent’anni Borsa e finanza. Dopo aver lavorato come promotore finanziario per diversi anni, nel 2005 sono entrato a far parte del team Trend-online come redattore. Vicedirettore in carica Dalla testata. Tra le innumerevoli altre attività, mi occupo di mantenere i rapporti con tutti gli esperti, analisti e trader che vengono consultati quotidianamente da Trend-online.

Il mio motto è? “La vita è come uno specchio. Se la guardi sorridendo, ti sorriderà.”

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x