― Advertisement ―

spot_img
HomeTop News30 paesi europei avrai bisogno di un permesso ETIAS per visitare

30 paesi europei avrai bisogno di un permesso ETIAS per visitare

Il sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS) entrerà in vigore dal 2024.

Secondo il sito web di Etias, si intende controllare i viaggiatori “in risposta all’aumento globale delle attività terroristiche”.

I cittadini britannici dovranno richiedere un ETIAS, che attualmente costa sette euro, per entrare in 30 paesi europei a breve termine – meno di 90 giorni, per turismo generale, affari, transito o scopi medici.

Devono procedere anche i passeggeri che transiteranno in Europa diretti verso altre destinazioni globali.

Sono esentati i minori di 18 anni o di età superiore ai 70 anni o i familiari di cittadini dell’UE o di cittadini di paesi terzi aventi diritto alla libera circolazione nell’UE.

Swindon Advertiser: Voglia di una breve vacanza a Parigi?  Dal prossimo anno, i britannici avranno bisogno di un pass di viaggio per entrare in 30 paesi europeiTi piacerebbe una mini vacanza a Parigi? Dal prossimo anno, i britannici avranno bisogno di un pass di viaggio per entrare in 30 paesi europei (foto: Skitterphoto)

Attualmente le persone possono trasferirsi in paesi come Francia, Spagna, Italia, Paesi Bassi e Grecia senza visto, a causa dell’accordo di esenzione dal visto del Regno Unito con l’Unione Europea.

Il piano è stato annunciato dalla Commissione europea nel novembre 2016, dopo che il Regno Unito ha votato per lasciare l’Unione europea, e attuato nella legislazione nel settembre 2018.

Originariamente previsto per il rilascio nel 2020, è stato rinviato al 2022 e rimandato di nuovo all’anno successivo.

I viaggiatori devono avere un passaporto elettronico a lettura ottica e richiedere Etias, valido per tre anni, almeno 96 ore prima della partenza.

Il sito web di Etias ha affermato che la domanda “sarà elaborata e approvata in pochi minuti” e sarà archiviata elettronicamente contro i dettagli del passaporto memorizzati nel sistema di immigrazione europeo.

READ  L'Italia restituisce le sculture del Partenone alla Grecia tra gli appelli per riunire i marmi

Se l’ETIAS viene rifiutato, i viaggiatori possono comunque richiedere un visto turistico a tutti gli effetti.

L’ETIAS non garantisce l’ingresso in Europa: la decisione finale viene presa dal personale di sicurezza delle frontiere del paese europeo di arrivo.

Nel 2021, la baronessa Sally Hamwi, presidente della commissione per la giustizia e gli affari interni della Camera dei Lord, ha affermato che “tutti i cittadini di paesi terzi che tentano di entrare nell’area Schengen
Avranno creato un file di regime di ingresso/uscita individuale su di loro e ogni volta che entreranno o usciranno dall’area Schengen questo verrà automaticamente registrato nel loro file.

“Sembra che la consapevolezza pubblica di questi sistemi sia molto limitata”, ha aggiunto.

I britannici avranno bisogno di un permesso per: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Bulgaria, Croazia, Cipro, Romania, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera e piccoli paesi europei con frontiere aperte tra cui San Marino, Monaco e Monaco.