Autobomba ferisce 13 peacekeeper delle Nazioni Unite in Mali | Finanziario

13 caschi blu delle Nazioni Unite sono rimasti feriti nel nord del Paese Finanziario La missione delle Nazioni Unite ha detto che un’autobomba è esplosa, mentre l’esercito del Mali ha detto che sei dei suoi soldati sono stati uccisi in un attacco separato nel centro del Paese.

L’attacco di venerdì nel nord ha preso di mira una base temporanea allestita dalle forze di pace nei pressi del villaggio di Ishgara nel distretto di Gao, dove sono attivi ribelli islamisti legati ad al-Qaeda e allo Stato islamico.

Un portavoce della missione Onu ha detto che 12 dei feriti erano tedeschi e un belga. La missione ha detto in precedenza che 15 forze di pace sono state ferite, ma ha rivisto il numero verso il basso.

Il ministro della Difesa Annegret Kramp-Karrenbauer ha dichiarato in un comunicato che tre soldati tedeschi sono rimasti gravemente feriti. Ha aggiunto che le condizioni di due di loro sono stabili e il terzo sta ancora subendo un intervento chirurgico.

L’esercito ha dichiarato in un comunicato che almeno sei soldati del Mali sono stati uccisi e un altro ferito in un attacco separato a Boni, nella vicina regione di Mopti. Non ha fornito ulteriori dettagli.

Attacchi armati da parte di militanti islamisti e altri gruppi si stanno diffondendo nelle aree del Mali e dei suoi vicini Burkina Faso e Niger, nonostante la presenza di forze di pace e migliaia di altre forze internazionali nella regione.

La Missione delle Nazioni Unite in Mali ha dispiegato più di 13.000 soldati per contenere le violenze dei gruppi armati nel nord e nel centro del Paese dell’Africa occidentale.

Le Nazioni Unite hanno registrato circa 230 morti dal 2013, rendendola la più mortale di oltre una dozzina di missioni di mantenimento della pace.

La Germania contribuisce fino a 1.100 soldati alla Missione delle Nazioni Unite in Mali. La maggior parte di loro si trova a Gao.

READ  Le Filippine schierano l'aviazione mentre aumentano le tensioni sulle navi cinesi | Notizie Rodrigo Duterte

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x