Barry Humphreys, creatore di Dame Edna Iverage, è morto all’età di 89 anni

Barry Humphreys, creatore di Dame Edna Iverage, è morto all’età di 89 anni

Canberra, Australia –

Il comico vincitore del Tony Award Barry Humphreys, noto a livello internazionale per il suo appariscente personaggio teatrale, la signora Edna Iverage, un personaggio condiscendente e mezzo velato la cui personalità sofisticata ha deliziato il pubblico per sette decenni, è morto. Aveva 89 anni.

La sua famiglia ha confermato la sua morte al Sydney Hospital, dove ha trascorso diversi giorni soffrendo di complicazioni a seguito di un intervento chirurgico all’anca.

“Era completamente se stesso fino alla fine, senza mai perdere la sua mente brillante, arguzia e spirito unico”, si legge nella dichiarazione della famiglia.

Hanno aggiunto: “Con più di 70 anni sul palco, era un intrattenitore nel cuore, facendo tournée nell’ultimo anno della sua vita e pianificando ulteriori spettacoli che purtroppo non ci saranno mai”.

Humphreys vive a Londra da decenni e torna nella sua nativa Australia a dicembre per Natale.

Il mese scorso ha detto al Sydney Morning Herald che il suo trattamento fisioterapico era stato “un tormento” dopo la sua caduta e la sostituzione dell’anca.

Della sua caduta, Humphreys ha detto: “È stata la cosa più ridicola, come tutti gli incidenti domestici. Stavo cercando un libro, ei miei piedi sono rimasti impigliati in un tappeto o qualcosa del genere, e sono caduto a terra”.

Humphreys è rimasto un artista attivo, girando la Gran Bretagna l’anno scorso con la sua mostra personale The Man Behind the Mask.

Il personaggio di Lady Edna è iniziato come Lady Norm Everage, che è salita sul palco per la prima volta nella città natale di Humphreys, Melbourne, a metà degli anni ’50. Rifletteva lo stallo postbellico dei sobborghi e la prosperità culturale che Humphreys trovava soffocante.

READ  Il Messico ritira i migranti dalla sua città "prigione" del sud per evitare un altro convoglio

Edna è uno dei tanti personaggi duraturi di Humphreys. Il secondo più famoso è Sir Les Patterson, l’addetto culturale australiano ubriaco, spettinato e dissoluto.

Patterson rifletteva una percezione dell’Australia come un deserto culturale occidentale che portò Humphreys, insieme a molti altri importanti intellettuali australiani, a Londra.

Humphreys, che aveva abbandonato la scuola di legge, ottenne un grande successo come attore, scrittore e artista in Gran Bretagna negli anni ’70, ma gli Stati Uniti erano un’ambizione che trovava sfuggente.

Uno dei suoi punti salienti negli Stati Uniti è stato un Tony Award nel 2000 per il suo spettacolo di Broadway Lady Edna: The Royal Tour.

Il primo ministro australiano Anthony Albanese ha reso omaggio al famoso comico.

“Per 89 anni, abbiamo intrattenuto Barry Humphreys attraverso una serie di personaggi, da Dame Edna a Sandy Stone”, ha scritto Albanese su Twitter, riferendosi al cupo ed errante Stone, uno dei personaggi più duraturi di Humphreys. “Ma la stella splendente in quella galassia è sempre stata Barry. Scrittore intelligente, sarcastico e unico nel suo genere, Barry era sia dotato che di talento.”

Il comico britannico Ricky Gervais ha twittato: “Ciao, Barry Humphries, sei un genio della commedia”.

“Una delle persone più divertenti che abbia mai incontrato”, ha scritto su Twitter il personaggio televisivo britannico Piers Morgan.

Morgan ha aggiunto: “È una commedia intelligente, divertente, audace e sorprendentemente piena di suspense”.

Il poliedrico Humphreys era anche un rispettato caratterista con numerosi crediti teatrali e cinematografici, un autore di romanzi e biografie e un abile pittore di paesaggi.

John Barry Humphreys è nato a Melbourne il 17 febbraio 1934. I suoi genitori erano confortanti, amorevoli e severi, e devono essersi interrogati sul loro figlio maggiore, che hanno chiamato Sunny Sam. Sua madre gli stava dicendo di smetterla di attirare l’attenzione su di sé.

READ  I golpisti della Guinea nominano capi dell'esercito e promettono "governo di unità" | Notizie dall'Uganda

Prima di terminare gli studi presso la prestigiosa Melbourne Grammar School, Humphreys era più interessato all’arte e alle librerie di seconda mano che al calcio. All’età di 16 anni, Kafka era il suo autore preferito e in seguito disse di “sentirsi un po’ strano”.

Ha trascorso due anni all’Università di Melbourne, dove ha abbracciato il dadaismo, il movimento artistico europeo sovversivo, anarchico e assurdo.

I suoi contributi includevano “Pus In Boots”, stivali di gomma impermeabili ripieni di crema pasticcera, e dal lato della performance artistica, in sella a un tram con un partner apparentemente cieco a cui Humphreys stava prendendo a calci una gamba mentre gridava “Togliti di mezzo, stupido cieco “.

Nel 1959 si stabilì a Londra e ben presto lavorò presso il locale comico di Peter Cook, The Enterprise. Ha interpretato Sowerberry nella produzione originale londinese di “Oliver!” nel 1960 e ha ripreso il ruolo a Broadway. È apparso con Spike Milligan e William Rushton in “Treasure Island”.

Humphreys, con l’artista neozelandese Nicholas Garland, creò il fumetto di Barry McKenzie per la rivista satirica Private Eye nel 1964.

Quando le strisce sono apparse in un libro, il governo australiano l’ha bandito perché “faceva affidamento sull’umorismo nel suo umorismo”. Humphreys è stato soddisfatto della pubblicità e ha supplicato le autorità di non revocare il divieto.

A quel punto, il bere di Humphreys era fuori controllo. A Melbourne alla fine del 1970 fu accusato di essere ubriaco e disordinato. Alla fine si è ricoverato in un ospedale specializzato in alcolismo per un trattamento che lo avrebbe trasformato in un astemio per tutta la vita.

Nel 1972 apparve il primo film di Barry McKenzie, con il sostegno finanziario del governo australiano, nonostante il precedente divieto. È stato stroncato dalla critica, in gran parte perché rabbrividiva per ciò che il primo film al mondo con vomito indotto dalla birra potrebbe fare all’immagine dell’Australia all’estero.

READ  L'UE avverte i talebani di non aver riconosciuto il loro regime

Ma fu un successo popolare e un sequel due anni dopo includeva l’allora primo ministro Gough Whitlam Faris Edna, che era la zia di Mackenzie.

Si sposò quattro volte e gli sopravvissero sua moglie, Lizzie Spender, quattro figli e dieci nipoti.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x