Biden annuncerà un piano per l'esercito americano di stabilire un porto temporaneo per gli aiuti a Gaza Notizie della guerra israeliana a Gaza

Biden annuncerà un piano per l'esercito americano di stabilire un porto temporaneo per gli aiuti a Gaza  Notizie della guerra israeliana a Gaza

L’annuncio sarà fatto durante il discorso sullo stato dell’Unione mentre Biden affronta la rabbia per il costante sostegno a Israele.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden annuncerà un piano per stabilire un nuovo porto a Gaza per aumentare la consegna di aiuti umanitari all’enclave devastata dalla guerra, hanno detto ai giornalisti alti funzionari statunitensi.

I funzionari hanno detto che Biden farà l'annuncio giovedì sera durante il discorso sullo stato dell'Unione, un discorso annuale che tiene ai membri del Congresso degli Stati Uniti.

Secondo il piano, l'esercito americano dovrebbe stabilire un molo al largo della costa di Gaza, ma le forze americane non sarebbero a terra, hanno detto i funzionari.

Non hanno fornito ulteriore logistica per il piano, ma un funzionario ha detto che gli Stati Uniti hanno “capacità uniche” e possono fare le cose “solo dall’esterno”.

Il portavoce dell'ONU Stephane Dujarric ha affermato che la sua organizzazione ha accolto con favore l'annuncio in una dichiarazione alla stampa.

“Qualsiasi modo per portare più aiuti a Gaza, sia via mare che via aerea, è certamente una buona cosa”, ha detto Dujarric ai giornalisti. “Abbiamo bisogno di più punti di ingresso e di più aiuti per arrivare via terra”.

Tuttavia, ha sottolineato che la comunità internazionale deve concentrarsi sulla consegna di cibo su larga scala via terra, al fine di affrontare la crisi umanitaria in corso a Gaza.

Un anonimo funzionario israeliano, che ha parlato con l'agenzia di stampa Reuters, ha affermato che Israele “sostiene pienamente” la costruzione di un “molo temporaneo” a Gaza.

Questo annuncio arriva mentre il presidente Biden continua a far fronte alla rabbia per il sostegno politico e materiale che la sua amministrazione fornisce a Israele nella guerra a Gaza.

READ  Brian Seknick: Il Dipartimento di Giustizia pubblica un video dell'attacco a un agente di polizia del Campidoglio

L’amministrazione Biden ha respinto la richiesta di un cessate il fuoco totale e ha continuato a fornire a Israele le armi necessarie alla sua guerra.

I bombardamenti e le operazioni di terra israeliane hanno ucciso almeno 30.800 palestinesi dal 7 ottobre, quando il movimento palestinese Hamas ha lanciato un attacco nel sud di Israele che ha ucciso almeno 1.139 persone.

Tuttavia, nonostante la crescente pressione politica, l’amministrazione ha leggermente cambiato tono nelle ultime settimane.

La scorsa settimana, la vicepresidente Kamala Harris ha chiesto per la prima volta un “cessate il fuoco” temporaneo, anche se si riferiva solo alla fine dei combattimenti mentre Hamas e Israele negoziano uno scambio di ostaggi.

Durante il fine settimana, gli Stati Uniti hanno iniziato a lanciare aiuti aerei a Gaza, con Jamie McGoldrick, il coordinatore umanitario delle Nazioni Unite per i territori palestinesi occupati, che mercoledì ha detto ai giornalisti che “i bambini stanno morendo di fame”.

Le Nazioni Unite hanno affermato che lo stato di carestia a Gaza è “quasi inevitabile” e potrebbe essere dichiarato già la prossima settimana. Mentre i lanci aerei e le spedizioni marittime aiutano a distribuire gli aiuti, c’è un bisogno più urgente di aumentare l’affidabilità delle consegne via terra, ha affermato McGoldrick.

I gruppi umanitari hanno accusato le forze israeliane di limitare le consegne via terra, sia all'interno che all'interno di Gaza. Ma Israele ha negato di ostacolare gli sforzi di soccorso.

“Distruggi la dieta”

In un post sulla piattaforma social [and] Il blocco degli aiuti a Gaza continua”.

Oggi, Michael Fakhri, relatore speciale delle Nazioni Unite sul diritto al cibo, ha avvertito che le azioni di Israele vanno oltre gli ostacoli a breve termine e rappresentano un attacco più ampio alla stabilità di Gaza.

READ  I cieli viola incombono sul South Okanagan mercoledì mattina presto - Penticton News

“Israele non sta solo impedendo e limitando il flusso di aiuti umanitari a Gaza. Israele sta distruggendo il sistema alimentare di Gaza”, ha affermato in un discorso al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite.

Fakhry l’ha descritta come una “campagna di fame”.

Da parte loro, alti funzionari americani hanno affermato che il nuovo porto “garantirà la capacità di ospitare centinaia di camion aggiuntivi carichi di aiuti ogni giorno”.

Un funzionario ha aggiunto: “Ci vorranno diverse settimane per pianificare e implementare la grande capacità”. Il trasporto dei rifornimenti comprenderà anche la realizzazione di un corridoio marittimo da Cipro.

I funzionari hanno detto che Israele era stato informato del piano e che i due paesi stavano lavorando insieme sui requisiti di sicurezza.

Hanno aggiunto che gli Stati Uniti si stanno coordinando anche con “partner e alleati”, comprese le Nazioni Unite e le organizzazioni umanitarie.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x