Brittney Griner esorta Biden a reintegrare il giornalista Gershkovitch

Brittney Griner esorta Biden a reintegrare il giornalista Gershkovitch

(Reuters) – La star del basket americana Brittney Grenier, che è stata liberata da una colonia penale russa lo scorso anno in uno scambio di prigionieri, ha esortato l’amministrazione Biden a continuare a usare “ogni strumento possibile” per ottenere il rilascio di un giornalista americano accusato di reati. Spionaggio in Russia.

Greiner e sua moglie, Cheryl, hanno dichiarato su Instagram che “i nostri cuori sono pieni di grave preoccupazione” per Ivan Gershkovich, un giornalista che è stato arrestato la scorsa settimana dal servizio di sicurezza russo dell’FSB nella città degli Urali di Ekaterinburg.

Il Cremlino afferma che Gershkovitch stava usando la stampa come copertura per attività di spionaggio, cosa che il suo giornale, il Wall Street Journal, ha negato con veemenza.

La Russia non ha annunciato alcuna prova a sostegno delle accuse, in base alle quali Gershkovich rischia fino a 20 anni di carcere. La Casa Bianca ha definito le accuse “ridicole” e il presidente Joe Biden ha chiesto a Mosca di rilasciarlo.

I Greeners hanno detto di essere grati a Biden per il suo “profondo impegno nel salvare gli americani”. Hanno citato i casi dell’operatore umanitario Jeff Woodkey, che è stato rilasciato il mese scorso dopo essere stato rapito per più di sei anni in Africa occidentale, e Paul Rusesabagina, un residente permanente negli Stati Uniti che è tornato a casa la scorsa settimana dopo essere stato rilasciato dalla prigione in Ruanda.

La coppia ha aggiunto: “Chiediamo a tutti i nostri sostenitori di celebrare la vittoria e incoraggiare l’amministrazione a continuare a utilizzare ogni strumento possibile per riportare a casa Evan e tutti gli americani detenuti ingiustamente”.

READ  Liz Cheney ha descritto il comportamento elettorale di Trump come più spaventoso di quanto si pensi

La star della WNBA e due volte medaglia d’oro olimpica Brittney Griner, che ha giocato per una squadra russa in bassa stagione, è stata arrestata in un aeroporto di Mosca una settimana prima che la Russia invadesse l’Ucraina lo scorso anno.

È stata trovata con cartucce di vaporizzatore contenenti olio di cannabis nelle sue borse e condannata a nove anni in una colonia penale dopo essere stata giudicata colpevole di traffico e possesso di droga, una sentenza che Biden ha definito “inaccettabile”.

È stata rilasciata a dicembre in cambio di Viktor Bout, un trafficante d’armi russo che aveva scontato 14 anni di carcere negli Stati Uniti per traffico di armi, riciclaggio di denaro e cospirazione per uccidere americani.

(Segnalazione di Mark Trevelyan) Montaggio di Frances Kerry

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x