ChatGPT, un popolare software di intelligenza artificiale in osservazione presso le università dell’area di Waterloo

L’intelligenza artificiale è una tecnologia emergente a disposizione degli studenti, ma per le istituzioni in cui imparano pone un problema che potrebbe significare una nuova politica per reprimere potenziali frodi.

Per Jonathan Seah, un alunno di Wilfrid Laurier, crede che la tecnologia non abbia nulla da temere.

“ChatGPT, AI, è il futuro adesso”, ha detto. “Quando Internet è uscito per la prima volta, tutti dicevano ‘No, non voglio usare Internet, Internet non ha senso, Internet è troppo’”.

Sy afferma che il potente programma di intelligenza artificiale basato su testo, che può produrre poesie, saggi e altro, è ottimo da utilizzare come un altro strumento didattico.

“Invece di una calcolatrice che ti dà numeri, ti dà linguaggi di programmazione, ti dà poesie, ti dà lezioni di storia, ti dà lingue come parlare, ti dà saggi”, ha detto Sy. In questo momento sto usando ChatGPT [and] Lo rende solo migliore. Lo rende più veloce, lo rende più comprensibile”.

Tuttavia, tale uso è qualcosa che le aule dell’istruzione superiore trovano difficile da contemplare.

“Sarebbe una violazione della politica di integrità accademica utilizzare ChatGPT se nulla fosse previsto o consentito dalla struttura di assegnazione”, ha affermato David Davey, vicepresidente associato per gli accademici presso l’Università di Waterloo.

DeVidi aggiunge che l’università sta lavorando alla formazione di una politica per consentire agli insegnanti di eseguire software di intelligenza artificiale come ChatGPT per ridurre la possibilità di barare.

“Quello che stiamo facendo ora è un comitato ad hoc che consiglierà i nostri allenatori su come organizzare i loro incarichi in modi che scoraggino l’uso di strumenti come questo”, ha detto.

READ  Tempo a Edmonton il 10 maggio: una settimana calda con una buona quantità di sole

Questa reputazione ha reso alcuni studenti riluttanti a utilizzare il programma.

Il mio insegnante ha detto [us] “Non dovremmo usare questo ChatGPT perché prende i token da un sito web e se lo usiamo verremo beccati”, ha detto Jaden Chopra, uno studente del Conestoga College.

Il suo utilizzo sembra essere già diffuso tra gli studenti della zona di Waterloo.

“Quando ho articoli o qualcosa del genere, se ho bisogno di chiarire le istruzioni, inserirò le istruzioni in ChatGPT e poi me le darai in un modo più semplice”, ha detto Saba Kan, uno studente della Wilfrid Laurier University.

DeVidi afferma che questo potrebbe essere solo l’inizio di un’ondata di nuove tecnologie con cui sia gli studenti che gli educatori devono imparare a convivere.

“Penso che abbiamo rilevato una tendenza in accelerazione, quindi quello che speriamo di fare è avere un comitato permanente che abbia il giusto tipo di esperienza in questo settore”, ha detto Davidi.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x