Decine di manifestanti filo-palestinesi arrestati mentre la Colombia evacua il campo | Notizie della guerra israeliana a Gaza

Decine di manifestanti filo-palestinesi arrestati mentre la Colombia evacua il campo |  Notizie della guerra israeliana a Gaza

Un'università con sede a New York si propone di sospendere gli studenti coinvolti mentre la polizia li arresta per violazione di domicilio.

Più di 100 manifestanti filo-palestinesi sono stati arrestati nel campus della Columbia University a New York, mentre la polizia ha sgomberato un campo allestito da studenti che manifestavano contro la guerra di Israele a Gaza.

Diversi studenti che hanno partecipato alla protesta hanno affermato di essere stati espulsi anche dalla Columbia University e dal suo istituto associato, il Barnard College, tra cui Isra Hirsi, figlia di Ilhan Omar, un democratico della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti.

Il presidente della Columbia University, Nemat Shafiq, ha affermato di aver permesso alla polizia di evacuare decine di tende montate dai manifestanti perché violavano le regole e le politiche dell'università contro lo svolgimento di manifestazioni non autorizzate e non erano disposte a trattare con gli amministratori.

Il sindaco di New York Eric Adams ha detto che la polizia ha arrestato più di 108 persone con l'accusa di violazione di domicilio. Due persone sono state inoltre accusate di ostacolo all'amministrazione governativa.

“Gli studenti hanno il diritto alla libertà di espressione, ma non hanno il diritto di violare le politiche universitarie e interrompere l’apprendimento nel campus”, ha affermato.

La decisione di giovedì di evacuare il campo è arrivata dopo un'udienza del Congresso durante la quale Shafiq è stato interrogato sul presunto antisemitismo nel campus. Omar l'ha anche contestata riguardo al presunto attacco ai manifestanti filo-palestinesi.

READ  I tagli fiscali consentono al cauto Cancelliere di creare qualche grattacapo al Labour

La Columbia University, una delle università più prestigiose degli Stati Uniti, è emersa come centro di attivismo studentesco da quando è iniziata la guerra tra Israele e Gaza, più di sei mesi fa, con proteste a favore e contro la guerra.

Ma l’università è stata sottoposta ad un controllo particolare, data la sua importanza e i suoi tentativi di reprimere le riunioni non autorizzate.

La Columbia ha detto di aver iniziato a sospendere gli studenti che hanno partecipato al recente campo.

“Stiamo continuando a identificarli e invieremo notifiche formali”, ha detto via e-mail un portavoce dell'università.

Scrivendo sui social media, Hersi ha affermato che non si farà intimidire e continuerà a spingere per la trasparenza sugli investimenti della Colombia, sul disinvestimento dalle “aziende complici del genocidio” e sull’amnistia per gli studenti che affrontano la “repressione”.

“Rimarremo fermi finché le nostre richieste non saranno soddisfatte”, ha scritto su X dopo il suo commento.

Manifestazioni e disordini

Questo scontro, che ricorda le manifestazioni contro la guerra del Vietnam avvenute in Colombia più di 50 anni fa, è l’ultimo di una serie di manifestazioni che hanno distrutto università, ponti e aeroporti da quando Israele ha iniziato il suo attacco a Gaza il 7 ottobre.

Separatamente, circa 500 manifestanti hanno marciato giovedì presso l'Università della California del Sud per sostenere Asna Tabassum, una studentessa musulmana il cui discorso di merito è stato annullato dall'università, citando problemi di sicurezza.

READ  Pandora Papers: il primo ministro libanese Mikati afferma che la ricchezza familiare è legale | Pandora Papers Notizie

Tabassum e i suoi sostenitori affermano che l’università ha cercato di metterla a tacere a causa della sua opposizione all’attacco israeliano a Gaza.

I manifestanti hanno marciato portando cartelli di “Lasciatela parlare” e canti di “Vergogna!” Indirizzato all'amministrazione USC.

“È molto importante in questo momento che la voce ebraica all'USC, la voce ebraica antisionista all'USC, sia molto forte e presente”, ha detto la manifestante Katja Orban, 23 anni, che fa parte dell'unità Jewish Voice for Peace all'USC. Estremamente”. .

L’offensiva israeliana su Gaza, che ha ucciso almeno 33.970 persone, secondo il ministero della Sanità della Striscia, è iniziata dopo che Hamas ha lanciato un attacco a sorpresa contro Israele il 7 ottobre in cui il gruppo ha ucciso 1.139 persone e ne ha rapite più di 200.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x