Delicati fossili simili a funghi di 635 milioni di anni trovati in Cina potrebbero aiutare la Terra a ripristinare l’era glaciale

In Cina sono stati trovati fossili simili a funghi risalenti a 635 milioni di anni fa e potrebbero aver aiutato la Terra a riprendersi da una catastrofica era glaciale stimolando la bio-produttività marina.

  • I fossili terrestri più antichi sono stati trovati in Cina risalenti a 635 milioni di anni fa
  • Si pensa che questi microrganismi simili a funghi aiutino la Terra a riprendersi dall’era glaciale
  • Gli esperti dicono che ha funzionato con altri microbi terrestri nel recupero
  • Insieme, accelerano il clima chimico e forniscono fosforo agli oceani, stimolando la bio-produttività marina

In precedenza si pensava che i funghi apparissero circa 240 milioni di anni fa, ma una nuova scoperta riscrive la cronologia di quando gli organismi produttori di spore colonizzarono la Terra per la prima volta.

Un team internazionale di scienziati ha svelato delicati fossili simili a funghi di 635 milioni di anni fa – rendendoli il più antico fossile terrestre registrato – nelle cavità all’interno delle rocce della Cina meridionale.

I ricercatori dicono che si è evoluto durante il periodo Ediacaran, quando il pianeta stava emergendo da un’era glaciale catastrofica, e i microrganismi potrebbero aver svolto un ruolo importante nel suo recupero.

Insieme ad altri microbi terrestri, l’organismo simile a un fungo aveva la capacità di accelerare il clima chimico e fornire fosforo agli oceani che stimola la bioproduzione marina.

I fossili sono stati scoperti all’interno delle ben studiate rocce sedimentarie di Dulston della formazione inferiore del Doushantuo nel sud della Cina da scienziati della Virginia Tech, dell’Accademia cinese delle scienze, della Guizhou Education University e dell’Università di Cincinnati.

Tian Jan, in visita al Ph.D. “È stata una scoperta accidentale”, ha detto uno studente dello Xiao Lab.

A quel punto, ci siamo resi conto che questo potrebbe essere il fossile che gli scienziati stavano cercando da molto tempo.

Se la nostra spiegazione è corretta, sarebbe utile per comprendere il cambiamento paleoclimatico e l’evoluzione precoce della vita.

Sono stati scoperti fossili all'interno delle ben studiate rocce sedimentarie Dolostone della Formazione Doushantuo Inferiore nel sud della Cina

Sono stati scoperti fossili all’interno delle ben studiate rocce sedimentarie Dolostone della Formazione Doushantuo Inferiore nel sud della Cina

Il fossile conservato vanta più ordini di rami, filamenti curvi (nella foto) e sistemi di ramificazione simili a scale.

Il fossile conservato vanta più ordini di rami, filamenti curvi (nella foto) e sistemi di ramificazione simili a scale.

Il fossile conservato vanta più ordini di rami, filamenti curvi e sistemi di ramificazione a scala.

Quando l’era glaciale ha colpito il pianeta, ha causato il congelamento delle superfici oceaniche a una profondità di oltre un miglio e l’ambiente era così duro che nessuna creatura vivente avrebbe potuto sopravvivere.

La Terra si era già ripresa e aveva prodotto una biosfera più grande e complessa di prima, il che è stato un mistero per gli scienziati, ma un nuovo fossile potrebbe finalmente risolvere il puzzle.

I ricercatori ritengono che i microrganismi simili a funghi e altri come loro aiutino a reintegrare l’ambiente e lo hanno fatto utilizzando il loro enorme sistema digestivo.

I funghi hanno sistemi digestivi in ​​grado di riciclare nutrienti vitali e possono abbattere chimicamente rocce e altri solidi utilizzando enzimi che vengono escreti nell’ambiente, che possono quindi essere riciclati ed esportati nell’oceano.

READ  Ora che la Cina è atterrata su Marte, qual è il prossimo passo per la missione?

“I funghi hanno una correlazione con le radici delle piante, che li aiuta a mobilitare minerali, come il fosforo”, ha detto Jan.

I funghi hanno sistemi digestivi in ​​grado di riciclare nutrienti vitali e possono abbattere chimicamente rocce e altri solidi utilizzando gli enzimi secreti nell'ambiente, che possono quindi essere riciclati ed esportati nell'oceano (fossile nella foto nella foto)

I funghi hanno sistemi digestivi in ​​grado di riciclare nutrienti vitali e possono abbattere chimicamente rocce e altri solidi utilizzando gli enzimi secreti nell’ambiente, che possono quindi essere riciclati ed esportati nell’oceano (fossile nella foto nella foto)

“A causa della loro associazione con piante terrestri e importanti cicli di nutrienti, i funghi terrestri hanno un effetto trainante sugli agenti atmosferici biochimici, sul ciclo biogeochimico globale e sulle interazioni ambientali”.

Lavori precedenti suggerivano che piante e funghi terrestri formassero una relazione simbiotica circa 400 milioni di anni fa, ma il nuovo fossile ha riscritto la linea temporale a 635 milioni di anni fa.

“In precedenza, la domanda era:” C’erano funghi nel mondo terrestre prima dell’emergere delle piante terrestri “, ha detto Shuhai Xiao, professore di scienze della terra alla Virginia Tech.

“Penso che il nostro studio suggerisca di sì. I nostri fossili simili a funghi sono 240 milioni di anni più vecchi del record precedente. Questo, di gran lunga, è il record più antico di funghi terrestri.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x