Ecco cosa si è aperto e chiuso con l’allentamento del blocco dell’8 febbraio in Quebec

MONTREAL – Alcuni negozi e servizi hanno riaperto lunedì dopo essere stati chiusi per settimane in Quebec, poiché la provincia è tornata a un sistema di restrizioni regionali.

Sebbene Montreal rimanga l’epicentro dell’epidemia in Quebec, riapriranno attività non essenziali, inclusi saloni di bellezza e parrucchieri.

“Gli sforzi compiuti nelle ultime settimane stanno dando i loro frutti, e ci sono una serie di segnali di miglioramento a Montreal. Tuttavia, la situazione nella città rimane fragile”, ha detto il direttore della sanità di Montreal, Mylene Drouin, in una dichiarazione del città.

“Dobbiamo rimanere vigili, soprattutto con la possibilità di diffondere varianti più facilmente e in modo da poter proteggere le popolazioni più vulnerabili attraverso la vaccinazione”.

Il sindaco di Montreal Valerie Blunt ha scritto sui social media invitando le persone a tornare a fare acquisti presso le imprese locali della città “per sostenerle durante questo periodo difficile”.

Ha scritto: “Per tutti i tuoi acquisti, pensa alla nostra attività locale”.

Ecco come sarebbe la vita secondo le nuove regole della contea:

Torna alla zonizzazione

Mentre il 90% della popolazione del Quebec rimane soggetto alle regole della zona rossa, alcune regioni in cui il virus è meno diffuso potranno aprirsi un po ‘di più.

Queste regioni includono Gaspésie-les-de-la-Madeleine, Bas-Saint-Laurent, Abitibi-Témiscamingue, Saguenay-Lac-Saint-Jean, Côte-Nord e Nord-du-Québec.

coprifuoco

Le richieste di coprifuoco rimangono le stesse per la maggior parte delle regioni del Quebec, con richieste di soggiorno in casa eseguite dalle 20:00 alle 5:00

Nelle regioni che si sono trasferite nelle zone arancioni, il coprifuoco inizierà dalle 21:30 alle 5:00

vendita a pezzi

I rivenditori, compresi i centri commerciali, possono riaprire i battenti nelle aree rosse e arancioni con capacità limitata.

READ  Gli astronauti finiscono di installare i pannelli solari per aumentare la capacità della stazione

Saloni di parrucchiere

I saloni di parrucchiere e di bellezza possono essere riaperti con capacità limitata.

Ristoranti e bar

Nelle zone rosse, i ristoranti dovranno accontentarsi della sola consegna.

Nelle zone arancioni è possibile mangiare un massimo di due adulti per tavolo, che possono essere accompagnati da ragazzi di età inferiore ai 18 anni.

I pub rimangono chiusi ovunque.

Scuole

Le misure rimangono invariate per le scuole primarie e secondarie. Continuano le lezioni personali per gli studenti che desiderano partecipare.

L’apprendimento nel campus può essere ripreso nelle università e nei CEGEP con una capacità massima di classe del 50 percento. Tutto il personale e gli studenti devono indossare una mascherina chirurgica quando possibile. Le maschere saranno fornite alle scuole dalla Prefettura.

Sport e tempo libero

Nelle aree rosse, le attività all’aperto sono limitate a quattro persone per gruppo. Più di quattro si riunirebbero se provenissero tutti dalla stessa famiglia.

Nelle regioni arancioni possono riunirsi fino a otto persone di famiglie diverse.

Le attività indoor rimangono vietate nelle zone rosse. Nelle regioni arancioni, è limitato a due persone di famiglie diverse o un gruppo familiare.

Biblioteche e musei

Le librerie possono essere riaperte per l’acquisizione.

I musei (istituti museali, biomi, planetari, insetti celesti, giardini botanici, acquari, zoo e portici) sono aperti con una frequenza limitata.

Incontri privati

Gli incontri privati ​​sono ancora vietati, tranne per il fatto che a un singolo visitatore è consentito fornire un servizio, fornire supporto o visitare una persona che vive da sola.

Culto e funerali

I luoghi di culto sono aperti a un massimo di 10 persone nelle zone rosse e 25 persone nelle zone arancioni.

In entrambe le regioni possono partecipare al funerale fino a 25 persone contemporaneamente.

READ  Il cratere archeologico più antico del mondo potrebbe non essere un vulcano

Cinema, dama

Nelle regioni rosse, i cinema e le gallerie rimangono chiusi.

Nelle Orange Regions, cinema e gallerie apriranno il 26 febbraio. Tutti i partecipanti devono indossare mascherine chirurgiche.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x