― Advertisement ―

spot_img

Harper's Bazaar Italia nomina Massimo Russo caporedattore

Milano— La rivista italiana Harper's Bazaar sta mettendo insieme una squadra per guidare il prossimo capitolo della rivista patinata, introdotta nel paese nel 2019. Massimo...
HomeEconomyEcuador | Assemblea generale

Ecuador | Assemblea generale

Guillermo Lasso Mendoza, presidente dell’Ecuador, ha sottolineato i grandi passi avanti compiuti dal suo governo nella “transizione da sistemi di produzione insostenibili a un’economia circolare a basse emissioni”. Nel gennaio 2022, l’Ecuador ha esteso la protezione alle Isole Galapagos. “Questa decisione rappresenta il più grande passo avanti del mio Paese verso la conservazione della nostra incomparabile biodiversità”, ha sottolineato. L’Ecuador, in collaborazione con Colombia, Costa Rica e Panama, ha creato la più grande riserva transfrontaliera del mondo, proteggendo un’area di 500.000 chilometri quadrati, e ospita innumerevoli specie uniche che utilizzano queste rotte migratorie. Ha espresso preoccupazione per l’imminente “e sempre più probabile” fenomeno del El Niño, che potrebbe causare inondazioni devastanti in Ecuador e nella regione. “Facciamo appello alla comunità internazionale perché prenda in considerazione misure di mitigazione del rischio”, ha affermato.

Ha continuato affermando che, di fronte ai dati allarmanti sulla malnutrizione infantile cronica, l’Ecuador è riuscito, in soli 28 mesi, a ridurre del 3,5% il tasso di malnutrizione nei bambini sotto i due anni. Questo tipo di malnutrizione ha gravi conseguenze per i bambini, poiché influisce sul loro sviluppo neurologico e sulla loro capacità di apprendere, comunicare, pensare e comunicare con gli altri. L’Ecuador ha riprogettato e attrezzato i centri sanitari; Reclutare più specialisti in medicina di famiglia, ostetrici e infermieri; Ho nominato 50.000 operatori comunitari che si recano nei quartieri per individuare i casi di malnutrizione. Ha aggiunto: “Le soluzioni non dipendono dalla quantità di denaro che lo Stato possiede, ma piuttosto dalla portata della volontà politica di cui godono i suoi leader”.

Ha aggiunto che l’Ecuador si impegna anche a promuovere una migrazione sicura e responsabile. Ha detto: “Noi siamo il paese di origine, il paese di destinazione, il paese di transito, il paese di ritorno e persino il paese di asilo”. L’Ecuador ha ospitato migliaia di immigrati di diverse nazionalità. I cittadini venezuelani sono arrivati ​​in Ecuador per sfuggire alla fame e alla tirannia. “Le nostre braccia erano spalancate per proteggere questi residenti in cerca di asilo”, ha detto. Tuttavia, la politica delle porte aperte richiede il sostegno della comunità internazionale. Per quanto riguarda l’Ucraina, ha chiesto la fine dell’aggressione militare e il rispetto della Corte internazionale di giustizia. “Abbiamo avvertito che questo conflitto non solo provoca dolore e devastazione al popolo ucraino, ma aggrava anche l’insicurezza alimentare globale e destabilizza l’economia globale”, ha sottolineato.

READ  Le obbligazioni italiane cadono, le azioni salgono mentre il blocco di Meloni vince la maggioranza alle elezioni Investing.com

Passando alla criminalità organizzata transnazionale, in particolare al traffico di droga, ha affermato che il suo governo ha battuto tutti i record nelle confische di droga. In soli due anni ha confiscato più di 500 tonnellate, un numero di gran lunga superiore a quello confiscato dai governi precedenti. Nel 2022, le Nazioni Unite hanno riconosciuto l’Ecuador come il terzo paese al mondo per sequestri di droga, dopo Stati Uniti e Colombia. Solo poche settimane fa, l’Ecuador è stato testimone di un evento tragico: l’assassinio di un candidato alla presidenza. Fernando Villavicencio è stato un ecuadoriano coraggioso e visionario che ha denunciato le attività della criminalità organizzata e i loro collegamenti con la mafia politica. La criminalità organizzata transnazionale è un sistema corrotto e omicida che permea la società e lo Stato, sfida la stabilità democratica e avanza a grande velocità. “Se il nemico è in grado di raddoppiare se stesso, anche i paesi devono essere in grado di raddoppiare ulteriormente i nostri sforzi”, ha affermato.