Ghiacciaio del Monte Bianco ‘imprevedibile’ e ‘pericoloso’: esperto

Un ghiacciaio sul versante italiano del massiccio del Monte Bianco sta per crollare a causa dell’aumento delle temperature. Gli scienziati lo monitorano costantemente perché rappresenta un pericolo per la valle sottostante.

Il ghiacciaio Blanpensio, alto circa 2.700 metri (8.860 piedi), sovrasta il piccolo villaggio di Blanpensio, appena sotto la parete meridionale dei Grands Jurassic all’interno del massiccio del Monte Bianco nel pittoresco angolo nord-ovest d’Italia.

Definito un ghiacciaio “moderato”, è già al suo punto di fusione, a differenza dei ghiacciai polari che sono ancora congelati fino alla roccia.

Ciò significa che il ghiacciaio Blanpensio potrebbe scivolare più velocemente, attraverso l’acqua appena sotto la sua superficie, rendendolo più pericoloso e pericoloso per la sottostante Val Ferret, dicono gli esperti.


Una mucca pascola vicino al ghiacciaio Blanpensio (C) al Monte Lax a Courmayeur, regione delle Alpi, Italia nord-occidentale, 3 agosto 2021 (foto AFP)

“Abbiamo assistito a un aumento significativo delle temperature e questo sta causando una formazione più rapida del flusso d’acqua subglaciale, che è un’importante circolazione sotterranea dell’acqua”, ha detto all’AFP Valerio Segur, direttore del Dipartimento per i pericoli naturali della Valle d’Aosta. (Agenzia France Presse).

Negli anni passati, il ghiacciaio Blanpensio è rimasto stabile in una posizione più stabile sulla roccia, ed è stato più spesso con meno fratture, ha affermato Paulo Perret, esperto di ghiacciai presso la Fondazione Safe Mountains di Courmayeur.

Ma a causa dell’aumento delle temperature causato dai cambiamenti climatici, “il ghiacciaio si è ritirato su una superficie molto ripida e liscia che lo ha messo in una posizione precaria”, ha detto Perret.

I movimenti non sono insignificanti, ha detto, con il ghiacciaio che scivola in casi estremi di 150 cm (4 piedi e 9 pollici) al giorno.

READ  Il team di Sunset Sale è attualmente in vacanza in Italia

Al contrario, il Whymper serac, un ghiacciaio polare sopra di esso a circa 4.000 m sul livello del mare, può scivolare tra 2 e 20 cm al giorno, provocando “valanghe imminenti”.

Un enorme blocco di ghiaccio Whymper Serac di 15.000 metri quadrati è caduto a terra lo scorso ottobre, un giorno dopo che le autorità hanno vietato l’accesso ai binari sottostanti.

I movimenti del ghiacciaio Blanpensio – e quelli sopra di esso – sono attentamente monitorati tramite radar e il piano di sicurezza dell’area prevede una serie di possibili scenari.

Uno “scenario estremo” sarebbe la caduta di 800.000 metri cubi di ghiaccio sul villaggio e sulla strada sottostante, ha affermato Segur.

Ma non ci sono garanzie assolute che agirà davvero in questo modo”.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x