“Giocare per l’Italia contro l’Inghilterra sarebbe un sogno”

In una notte soffocante al Chattogram alla Coppa del Mondo T20 nel 2014, è trapelata la partita finale di Jade Dernbach su 26 round. Le sue ultime tre consegne – un contrabbandiere circondato da un paio di sei di AB de Villiers – dribblano brutalmente a bowling alla morte in T20. L’Inghilterra ha perso per tre partite ed è stata eliminata dalla Coppa del Mondo.

Per sette lunghi anni, questo sembrò essere l’ultimo di Dernbach nel cricket internazionale. Ma ora, a 35 anni, sta facendo un improbabile ritorno internazionale, per l’Italia, che rappresenterà nelle qualificazioni al Mondiale T20, che inizieranno venerdì in Spagna.

“Sembra adattarsi perfettamente”, dice Dernbach. “È una sfida eccitante e nuova”.

Dernbach si qualifica per l’Italia attraverso la madre italiana. Gareth Berg, capitano e allenatore dell’Italia, ha sfruttato i suoi contatti con la provincia per reclutare giocatori qualificati. Oltre a Berg e Dernbach, anche Grant Stewart del Kent sarà familiare ai fan della contea.

La famiglia Dernbach proviene dalla città di Viadana, nel nord Italia. “Ho passato la mia giusta parte del mio tempo lì a mangiare la pasta”, dice. “Posso averlo – posso capire abbastanza. Posso certamente ordinarmi del cibo.”

“Non capiscono molto il cricket, sanno solo che faccio sport. Mi hanno visto in TV molte volte”.

Dernbach si assumerà subito un’ulteriore responsabilità: quella di vice comandante. Anche l’Italia ha discusso di colpirlo più in alto del solito. “Ho detto di non dimenticare la mia abilità di battuta”, ride.

Il ritorno di Dernbach al cricket internazionale comporta rischi significativi. Le prime due delle quattro nazioni in gara – Italia, Germania, Jersey e Danimarca – nelle qualificazioni europee T20 raggiungeranno la fase finale delle qualificazioni ai Mondiali del prossimo anno. Lì, per la prima volta nella sua storia, l’Italia dovrà affrontare un’opposizione di prova – lo Zimbabwe e forse l’Irlanda.

READ  Scozia: Andy Robertson si è infortunato in amichevole con il Liverpool e rischia un controllo alla caviglia

Vieni a quelle qualificazioni, e l’Italia potrebbe giocare contro l’Inghilterra nel torneo. “Questo sarebbe il sogno”, dice Dernbach, “mentirei se dicessi che non ci ho pensato”.

Nella sua prima carriera internazionale, dal 2011 al 2014, Dernbach è stato un pioniere, fornendo una varietà di proverbi che la nazionale inglese non aveva mai visto prima. Ma era anche profondamente divisivo, con il suo stile da bowling audace, aggressivo e talvolta irregolare che inimicava alcuni fan.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x