Google condivide gli ultimi suggerimenti per il monitoraggio delle conversioni

All’inizio di quest’anno, Google ha annunciato che non avrebbe adottato o utilizzato identificatori alternativi per tracciare gli utenti nella sostituzione dei cookie di terze parti, che dovrebbero essere eliminati gradualmente entro il 2022. Al contrario, Google ha intensificato il test dei Federal Learning Groups. (FLoC), con l’obiettivo di rendere anonimi i dati individuali all’interno di folle o gruppi di dati più grandi.

Annunci

Continua a leggere di seguito

L’annuncio ha lasciato agli inserzionisti molte domande, ad alcune delle quali non è stato ancora possibile rispondere perché il test è ancora in corso. Tuttavia, Google ha recentemente rilasciato informazioni sulle sue ultime proposte di misurazione delle conversioni.

Cookie di prima parte rispetto a cookie di terze parti

Prima di entrare nei dettagli delle offerte, è importante comprendere la differenza tra cookie proprietari e cookie di terze parti:

  • I cookie di prima parte sono quelli impostati dal sito Web corrente che l’utente sta visitando. Ciò consente al dominio che un visitatore sta attualmente navigando di memorizzare i dati di analisi e una serie di altri elementi che possono trarre vantaggio dall’esperienza di un utente, come mantenere un utente connesso o salvare il carrello anche se non ha effettuato l’accesso.
  • I cookie di terze parti sono impostati da (hai indovinato) una terza parte, al fine di tracciare il comportamento dell’utente attraverso i siti. Ad esempio, i cookie di terze parti vengono utilizzati per tracciare e offrire annunci alle persone mentre navigano nei siti dei publisher sulla Rete Display di Google.

Poiché l’obiettivo di FLoC è sostituire l’uso di cookie di terze parti, questo ultimo annuncio sul monitoraggio delle conversioni si concentra sulle conversioni dell’attività di visualizzazione e sulla misurazione delle conversioni cross-device, che attualmente si basano su cookie di terze parti.

Ultime proposte di misurazione

Le proposte di benchmark sfruttano un’API che ha la capacità di segnalare sia a livello di evento che informazioni aggregate. Per mantenere la privacy, l’API utilizza le seguenti tecnologie:

  • Compilazione dei dati segnalati per garantire che le attività e le identità di tutti rimangano anonime.
  • Limita la quantità di informazioni riportate su ogni trasferimento in modo che l’identità della persona dietro il trasferimento non possa essere rivelata.
  • Aggiungi “rumore” ai dati riportati per proteggere la privacy di tutti includendo alcuni dati casuali con i dati effettivi.

Google osserva di aver iniziato a eseguire simulazioni al fine di comprendere meglio come i diversi casi d’uso saranno influenzati dalle diverse proposte e condividerà i risultati in futuro.

Monitora le conversioni di attività di visualizzazione

L’attuale proposta di conversioni view-through migliora la capacità a livello di evento dell’API di segnalare le conversioni attribuite alle impressioni degli annunci da altri siti sul Web.

Il browser registrerà le impressioni dell’annuncio e assocerà tutte le conversioni che si verificano sul sito dell’inserzionista alla visualizzazione iniziale. L’API di Chrome limiterà la quantità di dati che viene condivisa nuovamente su ciascuna conversione e aggiungerà rumore ai dati per garantire che i dati non possano essere utilizzati per monitorare le persone individualmente.

Annunci

Continua a leggere di seguito

Gli inserzionisti che segnalano le prestazioni complessive della campagna possono utilizzare la capacità di reporting complessiva, che consentirebbe informazioni più accurate sui KPI senza compromettere la privacy perché i report aggregati mantengono le identità anonime come parte di un gruppo più ampio.

READ  Tecnologia operativa e rischio cibernetico: strumenti e tecniche per la sicurezza dei sistemi industriali

Tieni traccia delle conversioni su tutti i dispositivi

Chrome suggerisce agli inserzionisti di monitorare le conversioni sui dispositivi sfruttando la capacità a livello di evento di segnalare le conversioni che si verificano sui loro siti, che verranno poi attribuite ai clic sugli annunci e alle impressioni dei dispositivi precedenti. Per monitorare i potenziali clienti, dovranno accedere a tutti i dispositivi che partecipano al viaggio.

Resta al passo con il FLoC

Per chiunque sia interessato a saperne di più su FLoC e sugli sviluppi futuri, Google ha creato il privacysandbox.com.

Annunci

Continua a leggere di seguito

Risorse:

Pubblicità di Google

Maggiori dettagli sulla visualizzazione del monitoraggio

Maggiori dettagli sul tracciamento cross-device

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x