Google taglia la quota di compartecipazione alle entrate di Stadia nel tentativo di attirare gli sviluppatori

Google sta esaminando la quantità di tagli necessari per i giochi Stadia nel tentativo di attirare più sviluppatori. A partire dal 1° ottobre, Google riceverà il 15% delle vendite fino a 3 milioni di dollari entro la fine del 2023.

Con il cambiamento, sembra che Google stia cercando di rendere la sua piattaforma di cloud gaming un’opzione più allettante per gli sviluppatori, una proposta che probabilmente è diventata più difficile da quando l’azienda Chiudendo i suoi studi interni. Google ha anche provato a introdurre giochi esclusivi per cercare di coinvolgere gli sviluppatori (che presumibilmente hanno pagato enormi somme di denaro per ottenere), ma molti di questi giochi Da allora è stato lanciato su altre piattaforme.

Questa notizia arriva quando le quote di entrate tra sviluppatori e proprietari di piattaforme sono state oggetto di un attento esame di recente. L’acquisizione di Google con Stadia non è stata la prima modifica apportata di recente ai suoi negozi: la società ha ridotto il suo Play Store al 15% per il primo milione di dollari di entrate annuali dello sviluppatore. nel mese di marzo. La mossa è arrivata sulla scia di una mossa simile di Apple a novembre, che ha annunciato gli sviluppatori che guadagnano meno di $ 1 milione all’anno su App Store sarà idoneo per il programma Dove Apple otterrà una riduzione del 15 percento delle sue entrate invece della tariffa standard del 30 percento.

La notizia di martedì è stata annunciata in Summit degli sviluppatori di giochi di Google. Come parte dell’evento, lunedì, Google ha annunciato che Android 12 ti consentirà di Gioca durante il download.

READ  Il prossimo amplificatore Symfonisk di Sonos e Ikea potrebbe raddoppiare come pareti artistiche

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x