I palestinesi criticano la sospensione dei finanziamenti all'UNRWA da parte di alcuni paesi occidentali Notizia

I palestinesi criticano la sospensione dei finanziamenti all'UNRWA da parte di alcuni paesi occidentali  Notizia

Italia, Australia, Stati Uniti e Regno Unito hanno sospeso il loro sostegno dopo che Israele ha accusato il personale dell’UNRWA di coinvolgimento negli attacchi di Hamas del 7 ottobre.

Alti funzionari palestinesi e il movimento Hamas hanno criticato la decisione presa da alcuni paesi occidentali di sospendere i finanziamenti all’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei palestinesi, e hanno chiesto un’immediata inversione di questo passo, che comporta rischi “significativi”.

L’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA) ha dichiarato in precedenza di aver aperto un’indagine su alcuni dipendenti che secondo Israele erano coinvolti negli attacchi del 7 ottobre che hanno scatenato l’attuale conflitto.

Il segretario generale dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, Hussein Al-Sheikh, ha dichiarato sabato che la decisione dei paesi “comporta grandi rischi politici e umanitari”.

Ha scritto sul sito “.

Italia, Australia, Canada e Stati Uniti hanno dichiarato che smetteranno di finanziare l’agenzia, mentre il capo della politica estera dell’UE Josep Borrell ha affermato che il blocco di 27 membri “valuterà ulteriori passi e trarrà lezioni sulla base dell’esito dell’indagine completa ed esauriente”. “.

Anche il Regno Unito e la Finlandia si uniscono alla lista crescente di paesi che hanno sospeso gli aiuti finanziari all’agenzia delle Nazioni Unite, le cui strutture dove hanno trovato rifugio i palestinesi sfollati sono state ripetutamente attaccate dai raid aerei israeliani.

READ  14 settembre 2022 Notizie su Russia e Ucraina

Sabato Hamas ha denunciato le “minacce” israeliane contro l'agenzia, dopo che Israele ha accusato diversi dipendenti dell'UNRWA di coinvolgimento negli attacchi di Hamas del 7 ottobre nel sud di Israele che secondo le autorità hanno ucciso circa 1.140 persone.

L’ufficio stampa del movimento Hamas ha dichiarato in un post sull’applicazione Telegram: “Chiediamo alle Nazioni Unite e alle organizzazioni internazionali di non arrendersi alle minacce e ai ricatti” di Israele.

L'UNRWA ha dichiarato venerdì di aver licenziato alcuni dei suoi dipendenti e di aver aperto un'indagine su queste accuse.

Il commissario generale dell’UNRWA Philippe Lazzarini ha dichiarato: “Le autorità israeliane hanno fornito all’UNRWA informazioni sul presunto coinvolgimento di un certo numero di dipendenti dell’UNRWA nei terribili attacchi contro Israele del 7 ottobre”.

“Per proteggere la capacità dell’Agenzia di fornire assistenza umanitaria, ho deciso di rescindere immediatamente i contratti di questi dipendenti e di avviare un’indagine per stabilire senza indugio la verità”.

L’UNRWA è stata istituita in seguito alla creazione dello Stato di Israele nel 1948 per fornire a centinaia di migliaia di rifugiati palestinesi sfollati con la forza istruzione, assistenza sanitaria, servizi sociali e opportunità di lavoro. Ha iniziato ad operare nel 1950.

Oggi, l’agenzia a corto di soldi sostiene quasi sei milioni di palestinesi a Gaza e nella Cisgiordania occupata, così come nei vicini Giordania, Siria e Libano.

Congelamento degli aiuti

Sabato il Regno Unito ha dichiarato di essersi unito agli Stati Uniti nel “sospendere” i futuri aiuti finanziari all’UNRWA, che è finanziato quasi interamente da contributi volontari degli Stati membri delle Nazioni Unite.

Il Foreign and Commonwealth Office ha dichiarato in una nota: “Il Regno Unito è sconvolto dalle accuse secondo cui il personale dell’UNRWA sarebbe stato coinvolto nell’attacco del 7 ottobre contro Israele, un atroce atto di terrorismo che il governo britannico ha ripetutamente condannato”.

READ  Yoga per corridori: tre semplici allungamenti per rafforzare e defaticare

Il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani ha dichiarato sabato che il suo Paese si sta unendo ai suoi alleati e taglierà il suo sostegno all’agenzia.

Ha aggiunto: “I paesi alleati hanno preso una decisione simile. Siamo impegnati a fornire aiuti umanitari al popolo palestinese proteggendo allo stesso tempo la sicurezza di Israele”.

Il ministro degli Esteri australiano Penny Wong si è detta “profondamente preoccupata” per le accuse contro l'UNRWA.

“Stiamo parlando con i partner e sospenderemo temporaneamente l'erogazione degli ultimi finanziamenti”, ha scritto su X.

Ha aggiunto: “Accogliamo con favore la risposta immediata dell’UNRWA, inclusa la risoluzione dei contratti e l’avvio di un’indagine, nonché il suo recente annuncio di un’indagine completa sulle accuse contro l’organizzazione”.

Israele ha elogiato i paesi per aver interrotto il loro sostegno all'agenzia delle Nazioni Unite, affermando che intende interrompere completamente le sue operazioni dopo la fine della guerra a Gaza.

Il ministro degli Esteri Israel Katz ha affermato che Israele “mira a promuovere una politica che garantisca che l'UNRWA non faccia parte del giorno dopo e ad affrontare altri fattori che contribuiscono”.

Ha detto: “Lavoreremo per mobilitare il sostegno bipartisan negli Stati Uniti, nell'Unione Europea e in altri paesi nel mondo per questa politica che mira a fermare le attività dell'UNRWA a Gaza”.

READ  La star del tennis cinese, Peng Shuai, dice ai funzionari olimpici che è "al sicuro" a casa

Indagine indipendente

Il ministro canadese per lo sviluppo internazionale Ahmed Hussen ha annunciato venerdì che Ottawa ha “temporaneamente sospeso qualsiasi finanziamento aggiuntivo all’UNRWA mentre conduce un’indagine approfondita su queste accuse”.

“Il Canada prende molto sul serio questi rapporti e sta collaborando strettamente con l'UNRWA e altri donatori su questo tema”, ha scritto su X.

“Se queste accuse si rivelassero fondate, il Canada si aspetta che l’UNRWA agisca immediatamente contro coloro che ritiene siano coinvolti negli attacchi terroristici di Hamas”.

Venerdì gli Stati Uniti hanno sospeso i finanziamenti all’UNRWA a causa delle accuse contro 12 dipendenti che “potrebbero essere stati coinvolti” nell’attacco di Hamas.

Lazzarini non ha rivelato il numero dei dipendenti né la natura del loro presunto coinvolgimento, ma ha affermato che “qualsiasi dipendente dell'UNRWA coinvolto in atti terroristici” sarà ritenuto responsabile, anche attraverso procedimenti penali.

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres si è impegnato a condurre una “revisione urgente e completa e indipendente dell'UNRWA”.

Almeno 26.257 persone sono state uccise e altre 64.797 ferite negli attacchi israeliani a Gaza dal 7 ottobre.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x