Ian McGeechan afferma che il Galles perderà il titolo del Sei Nazioni a causa di Shawn Edwards

Sir Ian McGeishan è incline alla Francia per strappare il titolo del Sei Nazioni al Galles, a causa del fattore Shawn Edwards.

Gli uomini di Wayne Bivak giocano tre partite in casa per difendere il loro titolo, sapendo che la vittoria nella giornata di apertura in Irlanda darà loro lo slancio che hanno costruito l’anno scorso.

Dopo Dublino, il Galles si scontra al Principality Stadium con Scozia, Francia e Italia, con un’altra trasferta a Twickenham contro l’Inghilterra a fine febbraio.

LEGGI DI PIÙ: La probabile quindicesima partita di apertura del Sei Nazioni del Galles contro l’Irlanda

Ma mentre McGeechan dice che siamo in un “torneo dell’appetito”, con ogni squadra che fantastica sulle proprie possibilità, dice che non può guardare oltre i francesi.

McGeechan dice che è a causa dell’influenza che il guru difensivo Edwards ha avuto su Les Bleus dopo il suo trasferimento attraverso la Manica dal suo periodo di 11 anni con il Galles.

Guardando cosa ha in serbo il negozio, McGeechan ha scritto in a telegrafo Colonna: “Che campionato appetitoso promette di essere. L’Inghilterra sta andando di nuovo nella giusta direzione, i due club professionistici scozzesi stanno andando bene, fornendo alla nazionale la loro migliore squadra in 20 anni, il Galles è il campione in carica e L’Irlanda esce da una fantastica caduta”.

“Non posso guardare oltre la Francia. Sono passati più di un decennio dall’ultima volta che hanno vinto il titolo del Sei Nazioni nel 2010. Ma con la Coppa del Mondo che incombe in casa, c’è una squadra straordinaria di giocatori e ora la giusta armonia in allenandosi, stanno costruendo qualcosa in armonia con il loro gusto naturale”.

READ  Rafael Nadal ricorda il "momento emotivo" insieme a Roger Federer a Wimbledon | tennis | gli sport

McGean ha assistito con soggezione alla vittoria per 40-25 della Francia sulla Nuova Zelanda durante l’autunno in quello che chiama un momento di “svolta” dopo 18 mesi di lavoro da parte di Edwards e altri allenatori dietro le quinte.

La Francia ha scaricato un grande vantaggio in quella partita per rimanere improvvisamente indietro, ma è tornata forte e alla fine ha spazzato via i neri.

“Le precedenti squadre francesi potrebbero essere crollate, ma questa volta hanno tenuto duro, sono rimaste in gioco, si sono raggruppate e riorganizzate. Psicologicamente, per un gruppo giovane di giocatori, è stato molto importante”.

“Puoi sentire la mano di Shawn Edwards in questa ripresa. È impossibile sopravvalutare l’impatto che ha avuto sulla Francia.

“Shawn è esattamente ciò di cui la Francia ha bisogno e il team manager Rafael Ibanez lo sa. È uno degli allenatori più intelligenti che tu abbia mai incontrato, ma la sua intelligenza emotiva tanto quanto la sua intelligenza tattica sono molto importanti, questo e la sua personalità.

“Quando guardi Galthi parlare di lui, c’è sempre un piccolo sorriso sul suo volto. Sean ha quell’entusiasmo contagioso che spazza via tutti.”

“Quando abbiamo lavorato insieme al Wasps, se avessimo giocato una partita particolarmente buona in attacco, Shaun avrebbe chiesto 15 minuti in più di allenamento difensivo il martedì successivo. Voleva rassicurare i giocatori che la loro libertà in attacco veniva dal loro controllo difensivo , cosa hanno fatto senza la palla.

“Sean ed io siamo sempre rimasti in contatto e lui si sta chiaramente divertendo. È completamente investito in quello che fa e rimane in pista. Ha trascorso più di sette anni a Wasps, poi un decennio o più in Galles. Ora si sta trasformando un talentuoso gruppo di giocatori di baseball The Naturals in un gruppo di Natural Footballers brillantemente organizzato e disciplinato in modo difensivo.

READ  Conor Gallagher batte Bukayo Saka dell'Arsenal vincendo i London Football Awards

“La Francia aveva la tendenza a impegnarsi eccessivamente nel colpire. Sean ha dovuto affrontarlo all’inizio. Aveva un perfetto leader difensivo all’età di 13 anni a Gael Fico. Gli piace avere quel controllo difensivo da 13. Jonathan Davies era in Galles”.

McGeechan ha continuato: “Non è proprio Sean, ovviamente. Non puoi sottovalutare Galthi. E non sottovaluto il contributo di Ibanez a questa band. È perfetto per Sean perché il suo inglese è così buono. Sono sicuro che traduce un molto da ciò che Sean sta cercando di attraversare”.

“Quando trovi la chimica giusta, è allora che accade la magia – ed è quello che succede con la Francia”.

La Francia inizia con una partita casalinga contro l’Italia e incontra anche Irlanda, Inghilterra e Parigi, con date in trasferta con Galles e Scozia.

Vuoi ricevere direttamente le ultime notizie sul rugby gallese? Non guardare oltre.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x